Bper e Sace, 260 milioni per le pmi esportatrici


Banca popolare dell’Emilia Romagna e SACE rafforzano la partnership a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese italiane, annunciando una serie di iniziative destinate ad aumentare i finanziamenti disponibili e potenziare i servizi di accompagnamento allo sviluppo internazionale offerti da BPER e SACE.

 

La prima iniziativa prevede lo stanziamento di un plafond da 260 milioni di euro, garantito da SACE fino al 70%, riservato alle Pmi che operano sui mercati esteri. Una linea di credito di euro 200 milioni a medio/lungo termine (tra 36 e 84 mesi) sarà messa a disposizione per sostenere progetti d’internazionalizzazione (Finprogex ®). Una ulteriore linea di credito di euro 60 milioni a breve termine (fino a 18 mesi) sarà destinata all’approntamento di commesse all’estero (Fin Short Term). La seconda iniziativa riguarda l’avvio di un programma attivato da BPER e SACE al fine di espandere l’offerta di servizi d’accompagnamento alle imprese verso i mercati esteri, valorizzando le sinergie tra le rispettive operatività.

 

Il programma prevede: lo sviluppo di strumenti congiunti per l’internazionalizzazione e il rafforzamento della collaborazione sui prodotti assicurativi-finanziari dedicati all’export, la creazione di canali diretti di condivisione d’informazioni, analisi e dati utili al business estero, la formazione reciproca su tematiche rilevanti per improntare strategie d’internazionalizzazione sostenibili (es. valutazione controparti, rischio Paese, contrattualistica internazionale, recuperi).

 

In quest’ottica il Gruppo BPER, tramite gli uffici di rappresentanza di Hong Kong e Shanghai, oltre alle partecipazioni e alle partnership consolidate con gruppi bancari esteri e primari consulenti, potrà contare sulla Rete Internazionale di SACE, dando vita ad iniziative specifiche tese a presidiare i mercati emergenti ed offrendo così alla propria clientela una serie di servizi mirati al loro supporto ed espansione sui mercati a maggiore potenziale per lo sviluppo delle imprese italiane.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet