BPER Factor, utile in crescita e impegno sul digitale


Chiude con un utile di 5,2 milioni il bilancio dell’esercizio 2016 di BPER Factor, in crescita del 15% rispetto al 2015. La società controllata da BPER Banca, con sede a Bologna e presieduta da Alberto Cilloni, ha realizzato nel 2016 un turnover di 3.360 milioni, mentre i finanziamenti concessi alla clientela ammontano a fine anno a 775 milioni, con un cost/income che si attesta al 47%, che conferma BPER Factor tra le prime 10 società in Italia operanti nel settore.
“Il 2017 – afferma l’Amministratore Delegato, Paolo Licciardello – sarà l’anno della consacrazione della società nel mondo del digitale, grazie al completamento delle funzioni svolte dalla piattaforma WIP (Webfactor Interactive Platform), lanciata nel 2015 e già giunta alla sua versione 2.0”. WIP è una applicazione web che gestisce, interamente online, tutti i processi tipici dell’operatività del factoring, permettendo ai clienti diretti ed indiretti della società di dialogare in tempo reale e di svolgere in remoto tutte le operazioni in modo rapido e sicuro, dematerializzando le transazioni e comprimendo in modo significativo tempi e costi.
Grazie a WIP il cliente può firmare contratti, passaggio di crediti, proporre in cessione nuovi debitori, interagire con il proprio gestore senza muoversi dalla propria scrivania e con la certezza di tempi di esecuzione rapidissimi. WIP è un valido supporto anche per le aziende debitrici in quanto consente loro di monitorare e autorizzare le operazioni direttamente all’interno del portale con la massima sicurezza e, anche in questo caso, in forma totalmente dematerializzata.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet