Bper chiede i danni a Lehman Brothers


19 AGO. 2009 – 2,6 milioni di dollari. E’ il credito della Banca Popolare dell’Emilia Romagna nei confronti dell’ex colosso finanziario Lehman Brothers Holding. La posizione della Bper si legge nella lista del Sole 24 Ore riportante i numeri delle esposizioni delle banche italiane verso il gruppo americano fallito. Il Sole 24 Ore scrive oggi che nei giorni scorsi l’istituto ha presentato documenti da cui emerge l’esistenza di diversi contratti stipulati con Lehman Brothers Commercial Corporation, con la capogruppo Lbhi e con Lehman Brothers Special Financing. Nei prossimi giorni, e comunque entro il 22 settembre, termine ultimo per la registrazione dei crediti per chi ha stipulato contratti con Lbhi e controllate, potrebbero venire allo scoperto altri gruppi italiani.Intanto si aggiungono nuovi nomi alla lista delle società esposte nei confronti di Lehman Brothers. Tra gruppi italiani ci sono anche Benetton, Capitalia e Fiat. Nelle file delle società internazionali creditrici la Banca Europea per la Ricostruzione lo Sviluppo, con una posizione di 191,7 milioni di dollari, e il gruppo statunitense CIT Group, che vanta crediti per 33,4 milioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet