Bper aderisce a Cdp, risparmiate 16mila tonnellate di Co2


Bper compie un altro importante passo in materia di sostenibilità ambientale. Il Servizio Tecnico e Immobili della Banca, infatti, ha compilato un articolato questionario predisposto da CDP (“Carbon Disclosure Project”), in cui si chiedeva di dettagliare quali sono i risparmi di tonnellate di CO2 conseguiti da BPER nel 2013 e gli obiettivi per l’anno 2014. Nel 2013 il consumo di energia elettrica di BPER è stato pari a quasi 70 milioni di chilowattora, proveniente per il 100% da energie rinnovabili. Il risparmio in termini di CO2 non emessa l’anno scorso è stato pari a 16.800 tonnellate; per il 2014 sono previsti ulteriori efficientamenti energetici.

 

 

CDP è un’organizzazione internazionale no-profit indipendente, che mette a disposizione di aziende ed enti pubblici l’unico sistema mondiale per la misurazione, pubblicazione, gestione e condivisione delle più importanti informazioni ambientali. CDP opera per conto di 767 investitori istituzionali e raccoglie informazioni dalle aziende relativamente alle loro emissioni di gas a effetto serra, alle azioni messe in atto per gestire rischi e opportunità legati ai cambiamenti climatici e alla gestione delle risorse idriche. CDP gestisce inoltre la più grande banca dati mondiale sui cambiamenti climatici, sull’acqua e le risorse forestali, che mette a disposizione a supporto di scelte politiche, strategiche e di investimento.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet