Boorea: la solidarietà non va in crisi


REGGIO EMILIA, 10 NOV 2009 – Martedi 1° dicembre, a Correggio, alle 20.15, al Salone delle Feste di via Fazzano torna la ormai tradizionale Grande Cena di Boorea, che giunge quest’anno alla Xa edizione. Il grande appuntamento gastronomico-solidaristico è stato presentato questa mattina alla Cantina di Albinea-Canali dai promotori della iniziativa.“Anche in un periodo di crisi economica come questo non possiamo dimenticarci di chi soffre in altre parti del mondo. E lo facciamo sostenendo e promuovendo il modello cooperativo” ha dichiarato il presidente di Boorea e di Legacoop Reggio Emilia Ildo Cigarini. Alla conferenza stampa sono intervenuti anche Vanes Bruni, vicepresidente di Cantine Riunite & Civ, Marcello Bulgarelli, assessore del Comune di Correggio, Gian Maria Casarini, assessore al Comune di S.Martino in Rio, lo chef Guido “Baffo” Ghidetti, Umberto Bedogni, presidente provinciale di Auser, Francesca Bonomo di Orion, Edwin Ferrari di Coop Consumatori Nordest, Claudia Manzini di Coopselios, Stefano Campani di Boorea, Luigi Seghezzo di Gvc e Paolo Casarini della Cucina del Salone delle Feste di Correggio.Tutto l’incasso della Grande Cena 2009 sarà devoluto ai minatori indios delle Salinas Grandes nella regione di Jujuy sulle Ande Argentine. In particolare il sostegno andrà a tre cooperative, una di minatori – costretti a lavorare in condizioni estremamente disagiate, a oltre 3.500 metri di altezza in miniere di sale a cielo aperto – una per la lavorazione di lana di lama e una per la produzione di derrate agricole.Il progetto è realizzato dalle ong italiane Gvc e Cefa in collaborazione con la Caritas locale e con il Ministerio del Bienestar Social della Provincia, ed è cofinanziato dal Ministero Affari Esteri.Per l’occasione il menu – al prezzo, immutato rispetto al 2008, di 30 euro – sarà dedicato a Cesare Zavattini, di cui ricorre il ventennale della scomparsa. Infatti i due chef, Arneo Nizzoli dell’omonimo ristorante di Villastrada (Mn) e Guido Baffo Ghidetti dell’Osteria dell’Oca di Mantova, erano tra i ristoratori preferiti del maestro suzzarese, assiduo frequentatore dei due ristoranti quando rientrava nelle terre della Bassa. Saranno perciò proposti alcuni dei piatti che Zavattini prediligeva. A dar man forte in cucina ci saranno anche la Gnokkeria di San Martino in Rio e i volontari del Salone delle Feste di Correggio. Come sempre tutti i costi organizzativi saranno sostenuti dalle coop Cantine Riunite, CCPL, Coopselios, Cormo, Coop Consumatori Nordest, Unieco, Unipeg, e Telereggio, con il sostegno dei Comuni di Correggio e San Martino in Rio.Nelle 9 edizioni passate della Grande Cena sono stati raccolti complessivamente 160.000 euro, interamente destinati a progetti di cooperazione internazionale in Brasile, Vietnam, Romania, Peru, Bolivia, Palestina, India, Bolivia, Pakistan.Si entra alla Grande Cena solo tramite prenotazione, telefonando a uno dei seguenti numeri: 0522-299356, 0522-630711, 0522-636714.L’iniziativa, alla quale aderiscono Associazione La Pira, Cgil, Cisl e Uil, Associazione don Gualdi e Arci Solidarietà, gode del patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Reggio Emilia, del Comune di Reggio Emilia e del Comune di Quattro Castella, ed è sponsorizzata anche dal Consorzio del Parmigiano-Reggiano e da Sun Garden. La cena è dedicata alla memoria dei volontari scomparsi Alberto Rossi, Velmore Davoli ed Enrico Giusti. A tutti i partecipanti sarà donata una copia del libro “Boorea 1999-2009. Dieci anni di solidarietà per conoscere e capire” e un sottopentola in rafia prodotto artigianalmente da una cooperativa di donne del Madagascar.IL MENU’ ZAVATTINIANOAntipastiscaglie di Parmigiano-Reggiano con aperitivo ciccioli freschi preparati all’istante e gnocco frittospalla cotta calda di San Secondo, coppa di testa e assaggi di trippa di maiale Primi risotto menato alla Mantovana sifulòt al torchio al ragù di tradizioneSeconditrionfo di ossa e zampetti con composta di zucca, peperoni e cipolleDolcesugo d’uva con lo zabaione nocinocon i grandi vini di Cantine Riunite

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet