Boom del cibo a domicilio in Riviera romagnola


Just Eat si espande in Romagna e cresce tra Rimini, Riccione e Ravenna. Ordini e ristoranti anche a Cesenatico e Cervia. Dalla pizza agli hamburger fino alla cucina greca tra i piatti più richiesti. Gli Italiani, famosi per la passione per il buon cibo, sano, gustoso e di qualità, non rinunciano mai a questa buona abitudine, e anche quando sono in vacanza amano consumare i piatti dei ristoranti preferiti comodamente da casa. A confermare questa tendenza è Just Eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, che ha registrato in Romagna, dove è attiva dal 2015 con oltre 50 ristoranti partner, una forte crescita di ordini negli ultimi 40 giorni, in coincidenza con l’aumento delle presenze estive in Riviera. A partire dal primo Giugno, Just Eat ha registrato un incremento delle richieste online dai ristoranti della riviera pari al 10%, con una crescita proporzionale agli arrivi per le vacanze estive. I dati registrati sono molto positivi, e dimostrano come Rimini, insieme a Ravenna, rappresentino le due città più reattive nell’ordinare cibo a domicilio via digitale, con un’offerta molto varia che comprende oltre 15 cucine disponibili. Quali sono i cibi preferiti in Riviera? La più amata resta la Pizza, nelle varianti di Margherita, Salsiccia e Diavola, al secondo posto l’hamburger, meglio se al bacon, subito seguito dal giapponese, che vede trionfare gli uramaki california e la tempura, e infine il greco amato tra i giovanissimi che prediligono il tradizionale Pita Gyros accompagnato da gustose salse. Oltre a Rimini e Ravenna il servizio è disponibile anche a Riccione, Cesenatico e Cervia, e ha registrato nell’ultimo anno una crescita degli ordini del +146% accompagnata anche da un incremento dei ristoranti che hanno deciso di diventare partner di Just Eat, del +108% da luglio 2016. La cosa interessante è che il mercato del takeaway nelle città romagnole è trainato da turisti e visitatori che scelgono la riviera per la vacanza estiva, o dai residenti delle seconde case che amano ordinare a domicilio tutto l’anno e, anche quando si spostano nelle località di villeggiatura, vogliono mantenere quest’abitudine, scegliendo il takeaway come valida alternativa alla cena fuori o alla preparazione home made. Tra le pizzerie più quotate in città Berto e Germana, che offre pizze classiche, pizze speciali, insalate e dolci, Mr. Pizza, ristorante creato da due giovani imprenditori molto attenti alla qualità della materia prima e La Pizzeria del Villaggio, fondata da un ex cestista italiano che ha deciso di sfondare nel business della ristorazione, puntando su un’ampia offerta di pizze, focacce, farinate e bruschette. Ma la chicca della Riviera, è Pesciol8 che propone alta rosticceria di pesce oltre a primi, secondi, burger, contorni e fritti. Gettonatissimo tra i giovani riminesi anche Magna Grecia, l’unico ritorante greco in città che si affida al takeaway, con un’offerta che mixa massima qualità a prezzi contenuti. “Il risultato raggiunto nella riviera romagnola, località di vacanza molto amata da italiani e stranieri, ci rende molto orgogliosi, e ci auguriamo che i ristoranti della zona possano continuare il loro percorso di trasformazione digitale. Stiamo osservando un trend di crescita molto solido, che ci ha portato ad avere oggi oltre 6.600 ristoranti in 600 comuni con una crescita del 46% nell’ultimo anno, un dato che conferma anche da parte del settore della ristorazione un approccio aperto e positivo verso digitale come leva concreta di crescita” – spiega Daniele Contini, Country Manager di Just Eat in Italia. Con questa intesa attività di penetrazione territoriale Just Eat contribuisce dunque attivamente a sostenere e valorizzare le realtà locali e rispondere al contempo a un utente molto digitalizzato e sempre più evoluto che si avvale di servizi smart e di qualità, per esempio oltre il 55% degli italiani ordinano oggi da mobile attraverso app iOS o android. Variare e scoprire nuove cucine inoltre è oggi ormai una necessità per il 74% di chi ordina a domicilio, come emerge dall’ultimo osservatorio Just Eat sul mercato del digital food delivery realizzato in collaborazione con ICRIOS – Bocconi su 16.000 utenti: scoprire ingredienti diversi e piaceri culinari particolari è risultata inoltre una preferenza per oltre il 60% degli intervistati, un trend motivato anche dalla voglia di condividere il cibo con amici, in famiglia e sui social network.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet