Bonanni e la manovra: “Giusto congelare il ticket”


BOLOGNA, 18 LUG. 2011 – Il segretario del Cisl Raffaele Bonanni appoggia la decisione dell’Emilia-Romagna e delle altre Regioni che hanno scelto di congelare il ticket sanitario previsto dalla manovra economica. "E’ una buona scelta – ha detto oggi dal palco dell’Arena del Sole di Bologna, a margine di un convegno regionale del sindacato – che va incontro alle difficoltà delle persone che hanno meno". Riferendosi poi all’Emilia-Romagna, Bonanni ha lodato l’ Amministrazione regionale, tra l’altro una delle prime a pronunciarsi sul ticket: "Ho visto che qui hanno tagliato alcuni costi della politica e delle amministrazioni. Bisogna continuare fortemente su questo piano, perché abbiamo bisogno di esempi".Alle parole del segretario generale hanno fatto eco quelle di Giorgio Graziani, numero uno della Cisl dell’Emilia-Romagna, che ha commentato la scelta della Regione dicendosi pronto a "discuterne e condividerne le condizioni". Questo se l’Amministrazione regionale farà "le sue valutazioni per cercare di trovare delle misure che compensano gli equilibri economici e costruiscono maggiore tutela nei confronti degli anziani e delle fasce più esposte".Parlando più in generale, il leader Cisl ha aggiunto che "la manovra va fatta, ma l’equità è d’obbligo. Soprattutto le caste devono dimostrare di essere le prime ad essere colpite. Invece vedo che la maggioranza, il Governo e l’intero sistema politico devia e non tocca né i costi della politica, né riduce i livelli amministrativi e istituzionali". Per Bonanni, "si sono messi d’accordo per non fare nulla su quel versante e ritornare sempre sul welfare". Il suo sindacato, ha ricordato, si è già mobilitato su questo tema. "E continueremo a farlo – ha promesso – per chiarire bene qual è il comportamento di ciascuno". Per Bonanni "non è un problema solo di soldi, ma anche di esempio". Dentro la manovra economica, ha fatto notare infine, sui costi della politica sono stati messi solo sette milioni, "rispetto ai miliardi e miliardi caricati sul welfare".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet