Bompani rilancia


Un caso che può fare scuola, un esempio virtuoso di rilancio, di sinergia tra pubblico e privato, di innovazione e investimento, di ricerca e made in Italy. E’ stato presentato il piano di investimento per oltre 5 milioni di Euro di Bompani Modena, una storia italiana di elettrodomestici che nasce nel 1954, leader europea che nel 2013 rischiava il fallimento e la perdita di 200 posti posti di lavoro, mentre oggi, dopo aver da poco inaugurato la nuova sede modenese, si è rilanciata, 70 nuove assunzioni, un fatturato da 30 milioni di Euro. Ora la Bompani diventerà anche più ecosostenibile, produrrà un nuovo forno e assumerà ancora, appunto grazie anche al supporto della Legge 14 della Regione Emilia Romagna.

Forte della propria tradizione Bompani ha cambiato rotta e capitano. Enrico Vento, un passato da manager, è l’imprenditore che nel 2013 ha acquisito l’azienda presentando un piano di risanamento e di rilancio, unendo la propria storia personale con quella dell’azienda e del territorio.
Ciò ha portato il marchio Bompani a focalizzarsi solo su prodotti italiani di qualità destinati all’Italia, ma anche ai mercati esteri nei quali trova grande spazio la bellezza e lo stile di vita italiano. Bompani esporta così il 90% della produzione di cucine e forni – che rappresentano il core business aziendale.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet