BOMI 22/7/2013 Borsa Italiana dà il benvenuto alla SPAC Industrial Stars of Italy


MILANO 22 LUGLIO Borsa Italiana ha dato stamattina il benvenuto alla SPAC Industrial Stars of Italy su AIM Italia – Mercato Alternativo del Capitale, il mercato dedicato alle piccole e medie imprese di Borsa Italiana.Industrial Stars of Italy è una SPAC di diritto italiano promossa da Giovanni Cavallini (ex Interpump di S.Ilario) e Attilio Arietti. In fase di collocamento Industrial Stars of Italy ha raccolto 50,05 milioni di euro e il flottante post quotazione è del 78,98% con una capitalizzazione pari a 50,05 milioni di euro.Ubi Banca è stato selezionato come Nomad dell’operazione.In occasione dell’inizio delle negoziazioni Massimiliano Lagreca, Responsabile delle Large Caps&Veicoli d’investimento di Borsa Italiana, ha commentato:“Siamo lieti di accogliere la SPAC Industrial Stars of Italy su AIM Italia. E’ un’ulteriore conferma che la formula funziona, in quanto attrae l’interesse di imprenditori e manager e allo stesso tempo testimonia la ricettività del mercato e degli investitori nei confronti delle SPAC italiane. Industrial Stars of Italy punterà su aziende che rappresentano l’eccellenza del Made in Italy in settori quali l’alimentare, la meccanica, il settore vinicolo, l’abbigliamento, i macchinari, il design e l’arredamento, la domotica e i luxury goods”.La società, a partire da domani, sarà inserita anche nel paniere dell’indice FTSE AIM Italia.AIM Italia – Mercato Alternativo del Capitale è nato nel gennaio 2012 con lo scopo di semplificare e rendere più immediato l’accesso ai capitali da parte delle aziende di piccole e medie dimensioni. Disegnato grazie al lavoro dell’Advisory Board presieduto da Vincenzo Boccia, questo mercato rappresenta il punto d’incontro equilibrato tra domanda e offerta di capitali per le piccole e medie imprese, consentendo adempimenti semplificati per le imprese e adeguati presidi regolamentari per gli investitori. L’acronimo SPAC sta per Special Purpose Acquisition Company, una tipologia di veicoli societari contenenti esclusivamente cassa e costituiti al solo fine di raccogliere, mediante il collocamento e la quotazione dei propri strumenti finanziari sui mercati, capitale da impiegare per acquisire in un orizzonte temporale di 18/24 mesi, una società operativa con la quale porre in essere un’aggregazione, tipicamente attraverso una fusione.In mattinata il responso è stato positivo + 11,90% La societa’, che questa mattina ha avviato le contrattazioni a +3,26%, e’ un veicolo di investimento denominato Spac (Special purpose acquisition company), che attraverso la quotazione in borsa punta nel giro di 24 mesi ad acquisire un’impresa non quotata del Made in Italy, con un equity value compreso tra 50 e 200 milioni di euro. La societa’ in fase di collocamento ha raccolto poco piu’ di 50 milioni di euro, per un flottante pari al 78,98%.Ora ci sono due anni di tempo per selezionare l’azienda target e tra le possaibilità che Cavallini e Arietti valuteranno non mancheranno le aziende emiliane di famiglia ma managerializzate e internazionalizzate con prodotti e conti capaci di reggere la sfida globale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet