BolognaFiere, le coop avvertono: “Basta scippi”


Adesso basta: è ora di alzare gli scudi e di difendere dagli “scippi” di kermesse la Fiera di Bologna, “un’infrastruttura strategica troppo importante per la città e l’intero territorio regionale da ridurla a ricorrente oggetto di polemiche, per poi dimenticarsene fino a prossima polemica. Occorre metter fine agli atteggiamenti inconcludenti e controproducenti, da qualunque parte provengano”. L’Alleanza delle cooperative italiane (Aci) di Bologna prende posizioni così sulla Fiera.

Del resto Legacoop, Confcooperative e Agci, le centrali cooperative dell’Aci, sono azioniste di BolognaFiere assieme ad alcune associate “e rappresentano centinaia di imprese locali, nonchè migliaia di soci e lavoratori fortemente interessati e interdipendenti dagli andamenti della sua attività nel nostro territorio”, per questo “sono seriamente preoccupate delle possibili perdite di importanti manifestazioni fieristiche che rappresenterebbero un grave danno per l”intero sistema territoriale”.

Il sistema cooperativo dice di essere “pronto a fare la propria parte” per sostenere la Fiera e “metterla in condizioni di proporre il meglio agli operatori specializzati” ma “chiede al sistema economico e alle Istituzioni locali di fare tutto quanto è possibile per scongiurare la perdita di importanti manifestazioni fieristiche”.

Secondo la cooperazione bolognese “la Fiera va tutelata in un mercato che, in assenza di programmazione e a causa di quartieri fieristici che praticano azioni di dumping, è divenuto una giungla senza regole e criteri”. Anche per questo, “Enti locali, Regione e privati assieme devono assumere impegni a sostegno degli urgenti programmi di riqualificazione del quartiere fieristico, per ridargli efficienza e competitività internazionale”. Al tempo stesso, “però, l’efficienza va ricercata anche nella governance dell”azienda con un rapido processo di riorganizzazione e di rafforzamento gestionale che la metta in condizione di vincere le sfide del futuro”, conclude l”Alleanza delle cooperative.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet