BolognaFiere, ecco le “tre punte” di Campagnoli


BOLOGNA, 2 SET. 2011 – Fumata bianca alla prima riunione del consiglio d’amministrazione della Fiera di Bologna. Sono infatti stati nominati i nuovi vice presidenti dell’ente. Sono Alberto Vacchi, presidente di Unindustria Bologna, Marco Minella, a capo del gruppo cooperativo Camst, ed Enrico Postacchini ai vertici di Ascom Bologna. Con questo attacco a tre punte – ha commentato scherzando Duccio Campagnoli, presidente dell’expo, al termine del primo cda della sua gestione – posso anche starmene in panchina". Con questa scelta, ha proseguito l’ex assessore regionale "vogliamo esprimere fin da subito un profilo di autorevolezza, competenza e opportunità nel rapporto con la città e con le sue risorse economiche". Minella rappresenterà i soci privati, mentre Postacchini quelli pubblici. I tre vice rimarranno in carica fino al 2013. Nella stessa seduta, il cda della Fiera è siglato un accordo di sponsorizzazione con il Teatro Comunale di Bologna. Un sostegno che ha lo scopo di attirare nuovi visitatori. Si tratta di 100 mila euro che serviranno al tour in Giappone dell’orchestra, in partenza domenica. "Il teatro comunale – ha sottolineato Campagnoli – è per Bologna un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale, che ha vissuto delle difficoltà nell’ultimo periodo, ma che la città non può permettersi di perdere".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet