Bologna in piazza per la democrazia in Iran


BOLOGNA, 19 GIU. 2009 – Un centinaio di studenti della comunità iraniana hanno protestato anche a Bologna per la repressione in atto in Iran e per i brogli che ci sarebbero stati nelle ultime elezioni presidenziali. Gli studenti, a cui si sono aggiunti diversi ragazzi italiani, si sono raccolti nel pomeriggio di ieri in Piazza del Nettuno, intorno alla fontana, innalzando cartelli di protesta contro il presidente rieletto Ahmadinejad. Diverse scritte erano in inglese: ‘where are our votes’ e ‘Ahmadinejad is not my president’. I giovani vestivano in bianco in segno di pace, ma con una fascia nera al braccio in segno di lutto per i morti negli scontri della capitale iraniana. Alcuni avevano la bocca serrata da una mascherina, per condannare la censura imposta ai mezzi di comunicazione. Sono state esposto anche alcune foto delle violenze subite dai manifestanti in Iran. Per terra, inoltre, uno striscione con la scritta ‘Student Movement for democracy in Iran’. Altri studenti hanno raccolto firme per chiedere che nel loro paese le elezioni vengano rifatte.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet