Bologna: gli scontenti del Pd appoggiano Delbono. Ma Cofferati non ci sta


BOLOGNA, 8 APR. 2009 – "Come può Delbono accettare il sostegno di una lista che è contro il suo partito?". E’ l’interrogativo che il sindaco di Bologna Sergio Cofferati ha girato al candidato alla sua successione per il Pd alle prossime amministrative di giugno ed è l’unico commento del Cinese all’indomani della presentazione di un appello, promosso dall’ad di Almagraduate School Massimo Bergami, a sostegno della formazione di una lista civica in appoggio al centrosinistra ma "indipendente dal Pd ed in discontinuità con la gestione Cofferati" che raccoglie ottanta nomi. Tra i sostenitori di "Bologna2014" ci sono personalità di spicco del mondo bolognese, dal professore Filippo Andreatta all’ex segretario della Cisl Giuseppe Cremonesi, dal produttore di Vasco Rossi Guido Elmi al notaio Giorgio Forni, dall’Ad della Fiera (ex Ducati) Federico Minoli al professor Paolo Onofri, dal patron della Virtus Claudio Sabatini al presidente di Nomisma Gualtiero Tamburini. Una lista variegata insomma, che comprende imprenditori, professori universitari e professionisti, ma anche pensionate, casalinghe e operai. Ad accomunarli, la volontà di creare una formazione aperta della società civile, che ha con l’obiettivo di sostenere Delbono e soprattutto di aiutarlo a governare nei prossimi cinque anni, se vincerà la competizione elettorale del 6 e 7 giugno. L’ex vicepresidente della Regione viene infatti definito "il più competente e preparato" dei candidati in lizza."Abbiamo sentito il dovere di impegnarci per la Bologna del 2014, con una proiezione futura per la città che ha bisogno di slancio e di passione" dice Bergami. Però questo non vuol dire che tutti coloro che hanno sottoscritto l’appello siano disponibili a presentarsi alle elezioni in prima persona. Anzi, i promotori si sono dati dieci giorni di tempo per raccogliere più adesioni possibili e anche una serie di autocandidature, che dovranno essere accompagnate da un curriculum vitae.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet