Bologna e il gelato, ora il nuovo logo


Colori e forme sinuose che da oggi rappresenteranno in Italia e all’estero il profondo legame di Bologna con la cultura del gelato artigianale. È stato presentato il 22 settembre all’Urban Center Bologna il nuovo logo “Gelato Culture is Bologna” nato dalla collaborazione tra la Fondazione Fondazione Bruto e Poerio Carpigiani, Gelato Museum Carpigiani e il progetto Bologna City Branding del Comune di Bologna, che nel 2013 aveva pubblicato una ricerca che sanciva lo stretto legame tra Bologna e Gelato (gli stranieri ricercano le parole “Bologna + gelato” sui motori di ricerca più di “Bologna+ tagliatelle” e “Bologna + tortellini”).Il progetto Bologna City Branding, promosso dal Comune di Bologna e realizzato da Urban Center Bologna, è stato lanciato nel 2012 con l’obiettivo di accrescere l’identità territoriale di Bologna e creare un’immagine specifica della città che possa essere percepita dai turisti e nella quale si riconoscano gli stessi cittadini.  In questo percorso si inserisce la definizione grafica ufficiale di “Gelato Culture is Bologna”, allo scopo di identificare ancor di più la città con la cultura del gelato artigianale che trova qui radici profonde: non bisogna dimenticare che Bologna è la culla in cui sono nate le prime aziende produttrici di macchine per il gelato: Cattabriga nel 1927 e Carpigiani, che è oggi leader mondiale del settore, nel 1946. Il marchio “Gelato Culture is Bologna” renderà ancora più speciale il terzo compleanno del Gelato Museum Carpigiani di Anzola dell’Emilia, che questo weekend si vestirà a festa per accogliere gli amanti del gelato con tante attività gustose dedicate a grandi e piccini. Inaugurato il 29 settembre 2012 e incluso da Zagat tra i 7 musei più cool del mondo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet