Bologna conquista l’Expo 2019


L’Expo torna in Italia: quello tematico per il florovivaismo e l’orticoltura a cura dell’AIPH, l’Associazione mondiale di Produttori del Florovivaismo federata al BIE, International Bureau of Exposition. Dal primo maggio al 31 ottobre 2019 i riflettori saranno puntati su Bologna & Emilia Romagna Expo che avrà per claim “Grow Green. Eat Green. Live Green” e sarà dedicato a tutto quel che ruota intorno alla rigenerazione e all’agricoltura urbana, quindi all’evoluzione nel segno della sostenibilità. Lo ha deciso nella mattinata di oggi, lunedì 23 gennaio, il Comitato esecutivo dell’AIPH, riunitosi a Ratingen (Germania) in occasione dell’annuale Convention dedicata alla valutazione delle applications. Bologna e l’Emilia Romagna hanno dimostrato di poter mettere in campo esperienza e know how: il progetto accolto oggi dall’AIPH era stato elaborato nei mesi scorsi grazie a un impegno di squadra al quale hanno concorso la Regione Emilia Romagna, il Comune di Bologna, la Camera di Commercio, CAAB – Centro Agroalimentare, Bologna Welcome e Alessandro Rosso Group (gruppo specializzato nell’accoglienza e organizzazione a supporto degli Expo), affiancati da FICO Eataly World, il Parco Agroalimentare risultato prezioso valore aggiunto nella valutazione odierna degli esperti AIPH. La proposta bolognese è stata illustrata dalla delegazione composta dalla Vicesindaco Marilena Pilati, dal Direttore Generale CAAB Alessandro Bonfiglioli con il Direttore Marketing Duccio Caccioni e dall’AD Eataly World Tiziana Primori. Bologna & Emilia Romagna Expo 2019 si propone come esperienza “diffusa” sul territorio cittadino: sarà infatti allestito fra l’area del CAAB, Centro Agroalimentare di Bologna in cui troverà ospitalità la Fabbrica Italiana Contadina, e si irradierà nelle aree di Parco Nord, Montagnola e Giardini Margherita, coinvolgendo anche decine di giardini interni dei palazzi storici cittadini. Sono previsti oltre 2 milioni e mezzo di visitatori, oltre 50 Paesi espositori, un centinaio di delegazioni internazionali, con la partecipazione di almeno 500 aziende e con l’organizzazione di oltre 1500 eventi in sei mesi. «Siamo felici di questo prestigioso riconoscimento – hanno dichiarato il DG CAAB Alessandro Bonfiglioli e l’AD Eataly World Tiziana Primori, poco dopo la notizia dell’approvazione del progetto – Ci siamo spesi molto per l’elaborazione e il perfezionamento della proposta negli ultimi mesi: un impegno tenuto sottotraccia, che ha dato pero’ i suoi frutti. La presentazione di oggi è avvenuta sul piano formale, alla presenza del Comitato esecutivo che ha dimostrato di apprezzare l’intervento della Vicesindaco, così come il coinvolgimento sinergico delle istituzioni di Bologna e della Regione Emilia Romagna, oltre al raccordo strategico con il Parco FICO Eataly World».

 

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet