Bologna città Welcome Chinese


Bologna diventa città Welcome Chinese. Un protocollo d’intesa per avvicinare la Cina al capoluogo emiliano sia dal punto di vista turistico che economico e commerciale. Il documento è stato firmato a Palazzo d’Accursio, dal Sindaco di Bologna Virginio Merola e dall’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, Li Ruiyu. Il protocollo è poi stato illustrato dal Sindaco Virginio Merola, dall’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, Li Ruiyu, dal Sottosegretario del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo, Dorina Bianchi, dal CEO di Welcome Chinese, Jacopo Sertoli, dall’assessore Matteo Lepore (Economia e Promozione della Città), dal Presidente dell’Aeroporto di Bologna, Enrico Postacchini, dal Presidente di Bologna Welcome, Celso De Scrilli e dal Presidente del Collegio di Cina, Roberto Grandi.

Bologna è la prima città metropolitana italiana ad aver ricevuto la Certificazione ufficiale cinese, “Welcome Chinese”, il prestigioso riconoscimento governativo che permette alle sole strutture così riconosciute di entrare nel mercato cinese in modo diretto attraverso il sostegno della China Tourism Academy, ente del Ministero del Turismo Cinese, che ne supporta il programma e offre particolari benefits di accredito presso i più importanti tour operator cinesi, in collaborazione con China Central Television (CCTV), rete televisiva nazionale, China Union Pay, unico circuito di carte di credito emesso in Cina.

“Negli ultimi anni, il numero dei turisti cinesi è aumentato costantemente arrivando a diversi milioni di viaggiatori. L’Italia – ha dichiarato Li Ruiyu, Ambasciatore della Cina in Italia – è diventata una delle più grandi destinazioni a livello Europeo e, con il protocollo, Bologna si configura come capitale e meta europea per i turisti cinesi. La China Tourism Academy considera il progetto Welcome Chinese altamente strategico. La certificazione Welcome Chinese dedicata al turismo cinese outbound è preposta alla promozione degli standard dei servizi per facilitare gli operatori turistici a comprendere meglio le esigenze dei turisti cinesi permettendo quindi di avere un’esperienza di viaggio migliore. Speriamo quindi che sempre più operatori ed esperti del mondo del turismo italiano vengano coinvolti per ottenere l’esclusiva certificazione Welcome Chinese. Ci auguriamo inoltre che da parte italiana ci sia una semplificazione nelle procedure di rilascio dei visti, per agevolare la possibilità di viaggiare e semplificare anche altri aspetti relativi alle misure di sicurezza in modo da fornire maggiore comodità ai i turisti cinesi, e far sì che che possano godere a pieno dell’esperienze di viaggio in Italia”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet