Bologna, boom del turismo


Se il 2015 era stato un anno particolarmente positivo per il turismo, anche il 2016 ha confermato il trend di crescita per Bologna e per tutta la Città Metropolitana. Il bilancio dei visitatori, alla luce dei dati forniti dalla Regione – che ad oggi arrivano a coprire il periodo gennaio-ottobre 2016 – è positivo: rispetto allo stesso periodo del 2015 i pernottamenti sono cresciuti del 4,9% nell’area della Città Metropolitana, dato che raggiunge il +7% se riferito al solo capoluogo.

Ancora una volta sono stati i turisti internazionali a mostrare i numeri più interessanti: primi in classifica i visitatori provenienti dal Regno Unito, in crescita del 16% rispetto al 2015. A seguire nella classifica i turisti dalla Spagna (+22,3%), dagli Stati Uniti (+3,4%) e dalla Germania (+12,7%).
Buona performance anche per i turisti provenienti dal Medio Oriente e dall’Asia in generale, che hanno visto una crescita complessiva dei pernottamenti del +22%. Va in particolare menzionato l’aumento dei visitatori dall’Australia, che nel 2016 sono cresciuti complessivamente del +15%.

L’aumento dei pernottamenti ha avuto un impatto economico positivo attraverso la crescita del tasso di occupazione alberghiera che, in base al campione di riferimento censito da Bologna Welcome, prevede per il 2016 un aumento superiore al 7%, rispetto all’anno precedente.
La crescita del tasso di occupazione delle camere si è accompagnata anche ad un aumento dei principali indicatori economici alberghieri – ovvero del prezzo medio a camera venduta e del prezzo medio a camera disponibile.

Il periodo delle festività natalizie ha confermato questo trend di crescita: i giorni a cavallo del Capodanno hanno visto una grande affluenza di turisti e hanno fatto registrare il tutto esaurito nelle strutture alberghiere. Particolarmente importante la presenza dei visitatori italiani, che hanno rappresentato circa l’80% del totale dei turisti.

I visitatori che sono arrivati a Bologna nel 2016 hanno utilizzato appieno i servizi messi a disposizione da Bologna Welcome, consultando il portale turistico su web, utilizzando i canali social media, sfogliando la newsletter giornaliera degli eventi e degli itinerari distribuita negli hotel e soprattutto frequentando i punti informativi presenti all’aeroporto G. Marconi e in Piazza Maggiore. In particolare l’ufficio informazioni di Piazza Maggiore, che è stato completamente rinnovato a marzo 2016 nell’ottica di una più efficiente accoglienza dei visitatori, ha visto l’introduzione di un sistema eliminacode e di postazioni touch screen per la consultazione tematica di contributi multimediali, da fruire in totale autonomia nell’attesa di essere assistiti di persona da un operatore.
Questi strumenti al servizio del visitatore sono stati studiati per rendere ancora più piacevole ed efficace l’esperienza all’interno del principale infopoint turistico bolognese e hanno già fornito numeri interessanti: a partire dal mese di settembre sono state più di 50.000 le persone che hanno ritirato il tagliando all’ingresso dell’ufficio informazioni per chiedere un’informazione assistita da parte degli operatori Bologna Welcome.

I turisti che hanno scelto di visitare Bologna nel periodo natalizio hanno particolarmente apprezzato l’offerta culturale della città e hanno usufruito numerosi dei prodotti pensati da Bologna Welcome per l’accoglienza in città.

Particolarmente apprezzata la Card turistica della durata di 72 ore, che dal 2016 è andata ad affiancare la già esistente Card 48 ore. La carta turistica con validità di due giorni è stata a sua volta uno dei prodotti più graditi dai turisti a Bologna nel 2016: le Bologna Welcome Card 48 ore vendute lo scorso anno sono state infatti 3100, con un aumento del 35% rispetto al 2015. L’introduzione di una Bologna Welcome Card 72 ore ha risposto poi alla richiesta di dotare la città di una card per i turisti che permetta di godersi Bologna al meglio, risparmiando e godendo di effettivi vantaggi, ma con una durata maggiore rispetto a quella del semplice weekend breve, al pari delle grandi città europee. Molto apprezzate anche le visite tematiche della città create da Bologna Welcome, in italiano e in inglese: “Bologna da Svelare” la visita guidata del centro a piedi della durata di due ore; “Torri Tour” ovvero l’itinerario guidato alla scoperta delle torri di Bologna e “Enjoy Bologna”, il percorso a tema enogastronomico tra botteghe storiche e degustazioni guidate. Tra le nuove offerte turistiche, impossibile poi non citare la visita guidata giornaliera alla Fontana del Nettuno, che negli ultimi mesi ha permesso di guardare negli occhi la statua del Gigante, uno dei simboli della città. Le visite guidate hanno registrato finora circa 15.000 visitatori totali, sia italiani che stranieri e si prolungheranno sicuramente per tutta la durata dell’inverno.

Le novità introdotte negli ultimi mesi del 2016 riguardano però anche l’offerta commerciale, di tour ed esperienze turistiche in città e nel territorio. All’interno delle offerte legate al tema Città della Musica e in virtù della collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna, Bologna Welcome potrà offrire ai turisti posti per assistere agli spettacoli della stagione lirica e sinfonica e potrà far scoprire gli spettacolari interni del Teatro, che aprirà le sue porte per visite guidate. Per gli appassionati dei motori, invece, Bologna Welcome ha predisposto un tour speciale alla scoperta del mondo Ducati e Lamborghini, con visite all’interno dei rispettivi musei e con la garanzia di poter entrare nel cuore delle aziende, per visitare con guide esperte le linee di produzione, e ammirare passo dopo passo la creazione dei modelli più noti delle case di Borgo Panigale e di Sant’Agata Bolognese.

“L’attività realizzata da Bologna Welcome nel 2016 ha portato a compimento quanto previsto nel progetto presentato all’amministrazione e successivamente declinato nel Piano Strategico per il Turismo” ha detto Celso De Scrilli, Presidente di Bologna Welcome. “Nel 2016 sono state tante le attività sviluppate: dall’inaugurazione di un infopoint completamente rinnovato in Piazza Maggiore all’ottimizzazione dell’accoglienza turistica attraverso sistemi interattivi e strumenti eliminacode, dalla creazione di una nuova Card 72 ore all’introduzione di nuovi tour e pacchetti turistici legati al mondo della cultura, della musica, della gastronomia e dei motori. Nel 2017 proseguiremo le attività impostate quest’anno, con particolare attenzione alla collaborazione con le compagnie aeree e focus su fiere e workshop a livello nazionale e internazionale.”

“I numeri positivi con cui si chiude il 2016 riflettono ciò che i bolognesi vedono da tempo: il turismo in città mantiene un giusto ritmo di crescita ormai da diversi anni e sempre più visitatori, soprattutto stranieri, scoprono e apprezzano le attrattive culturali ed enogastronomiche del nostro territorio.”, ha dichiarato Matteo Lepore, assessore Economia e promozione della Città, Turismo, Relazioni Internazionali. “I nuovi servizi introdotti – dalla Card turistica della durata di 72 ore ai nuovi tour anche fuori dalle mura cittadine – insieme alle strategie che abbiamo messo in atto quest’anno contribuiranno a partire con il piede giusto nel 2017. La volontà è quella di continuare a lavorare per prolungare la durata della permanenza dei turisti in città e puntare sempre di più su itinerari che si estendano su tutto il territorio metropolitano, dalla pianura all’Appennino.”

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet