Bologna: “Bifo” Berardi sfida il divieto di scendere in piazza


BOLOGNA, 8 MAR. 2009 – Una protesta in piazza Maggiore a Bologna per sfidare l’ordinanza della prefettura che vieta cortei e manifestazioni nel centro storico durante i weekend. A promuoverla è stata la lista ‘Bologna citta’ liberà che, ieri alle 15, guidata dal candidato sindaco Valerio Monteventi e dal leader del ’77 bolognese Stefano ‘Bifo’ Berardi, ha improvvisato un sit-in con megafono, striscioni e volantini. "Ne faremo una ogni sabato, finché questa ordinanza fascista non sarà ritirata", ha assicurato Monteventi. L’iniziativa si è conclusa verso le 16, senza nessun intervento delle forze dell’ordine. In piazza c’erano anche i consiglieri comunali Roberto Panzacchi e Serafino D’Onofrio, oltre all’ex segretario del Prc bolognese Tiziano Loreti, in procinto di candidarsi con la lista di Monteventi in provincia. "Con questa ordinanza solo chi ha soldi può fare attività politica", ha scandito dal megafono Monteventi, mentre Bifo contava i minuti di violazione dell’ordinanza prefettizia senza che la polizia intervenisse. La protesta si è poi trasformata in un’assemblea pubblica, fondendosi con uno degli oratori che tradizionalmente si alternano nella piazza.Quanto è avvenuto e il comportamento dei promotori, a quanto si è appreso, verrà valutato dalla Questura per eventuali provvedimenti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet