Bologna aspetta Expotunnel,salone dell’underground


BOLOGNA, 10 MAG. 2013 – Arriverà a Bologna dal 17 al 19 ottobre 2013, proponendosi come punto di incontro del mercato internazionale del settore valorizzando le eccellenze italiane e le sinergie col contesto globale. Ma la prima edizione di Expotunnel, Salone delle Tecnologie per il Sottosuolo, è stata presentata ufficialmente già ieri nella sede della Provincia, con una mattina di studi intitolata "Una scelta ‘underground’: Vantaggi, prospettive e sicurezza del sottosuolo". Le istituzioni territoriali si sono confrontate con esperti del settore e docenti universitari sulle nuove prospettive che offrono le costruzioni in sotterraneo in Italia e all’estero, in ambito economico, ambientale, architettonico-paesaggistico e in termini di sicurezza. Un viaggio sotto la superficie della terra per indagare, raccontare e scavare "nel profondo" di un settore specifico e determinante per il futuro del trasporto, delle costruzioni, una strada da percorrere anche dal punto di vista dei vantaggi economici e del risparmio energetico. Nella terra emblema del made in Italy nel mondo e delle intelligenze tecnico-scientifiche, lo spirito di questa fiera è quello di creare sinergie e dialogo tra i continenti, dall’America Latina al Sud dell’Asia, fino ad Africa e Medio Oriente, in una città ricca di storia e di eccellenze come Bologna. In questa ottica di analisi, riflessione e divulgazione, i temi forti del Salone sono volti a dare spazio al progresso del mondo delle gallerie e del costruire in sotterraneo in ambito internazionale, senza dimenticare le questioni collegate alla qualità della vita e alla salvaguardia dell’ecosistema.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet