Da Bologna all'”Artefiera” cinese


Ha preso il via a Shanghai la fiera di arte contemporanea BolognaFiere Shanghai Contemporary, una sorta di prima edizione cinese di Arte Fiera. Ad inaugurarla, ieri sera, il presidente dell’Expo bolognese, Duccio Campagnoli insieme al Console generale d’Italia Stefano Beltrame e al direttore del Centro delle Relazioni internazionali della cultura, l’importante partner di BolognaFiere per questa edizione. “Con questo nuovo evento – ha dichiarato Campagnoli – BolognaFiere non solo consolida la propria attività di organizzatore fieristico internazionale ma vuole cominciare a
costruire un ponte più diretto tra Bologna e Arte Fiera, la piattaforma di arte italiana e la Cina nella città cinese più all’avanguardia di ogni creatività”. Sempre ieri nella città cinese, il presidente di
Bolognafiere, insieme al presidente di Federlegno Arredo, Roberto Snaidero, ha inaugurato il primo workshop del programma di promozione in Cina del Mobile Italiano. E’ stata presentata
alla stampa e agli operatori cinesi l’attività della joint venture costituita in Cina tra BolognaFiere e Federlegno per sviluppare questo progetto che comprende la realizzazione del
Salone del Mobile a Shanghai nel 2016.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet