Firmato l’accordo tra Confindustria Ceramica e BolognaFiere Cersaie conferma la sua sede a Bologna


bologna 9 marzo Il Presidente di Confindustria Ceramica Franco Manfredini, il Presidente e il Consigliere Delegato di BolognaFiere Fabio Roversi Monaco e Duccio Campagnoli hanno sottoscritto un accordo contrattuale che rinnova e rilancia la consolidata partnership tra Cersaie e BolognaFiere, ratificato oggi anche dal Consiglio Direttivo di Confindustria Ceramica. Una intesa particolarmente significativa, siglata in anticipo rispetto alla stessa data di scadenza dei precedenti accordi prevista a giugno 2011, che esprime quindi la volontà comune, che va ben oltre l’accordo sull’ uso degli spazi espositivi, di rafforzare ulteriormente il rapporto tra l’industria italiana della ceramica e BolognaFiere. L’intesa infatti prevede che BolognaFiere sia la sede delle edizioni di Cersaie 2012, 2013, 2014 e 2015, con una opzione già ora per una ulteriore prosecuzione a partire dal successivo biennio 2016 – 2017.Stabilisce inoltre un accordo a tutto tondo nel quale centrale è l’impegno comune per la promozione soprattutto internazionale di Cersaie quale unica manifestazione di riferimento a livello mondiale nel campo della ceramica e dell’arredobagno, e di BolognaFiere con Cersaie e le sue altre manifestazioni come primario Centro fieristico del mondo delle costruzioni, dell’architettura e del design. In tal senso, significative ed incrementate risorse sono state messe in campo al fine di valorizzare al meglio tale proficua e positiva sinergia.Ulteriore aspetto qualificante l’accordo è l’impegno a sostenere, con questo nuovo partenariato a lungo termine, un nuovo programma di BolognaFiere finalizzato ad innalzare la qualità del Quartiere fieristico, in termini di fruibilità dei padiglioni e di progettualità di sviluppo futuro, prevedendo anche attenzione all’uso della ceramica nei diversi interventi che si dovessero rendere necessari per arrivare a tali obiettivi.Nell’occasione dell’accordo, Confindustria Ceramica e BolognaFiere inoltre hanno ricevuto conferma, dalla Regione Emilia Romagna, con l’impegno diretto del Presidente Vasco Errani e dell’Assessore alle Attività Produttive Gian Carlo Muzzarelli, del riconoscimento del Cersaie come unica manifestazione del settore ed evento di eccellenza per il calendario fieristico e per il programma di promozione regionale. “Cersaie è l’unica fiera del nostro settore che riesce a guardare al mercato nella sua globalità – afferma Franco Manfredini, Presidente di Confindustria Ceramica –. Per questa ragione si conferma anno dopo anno un appuntamento insostituibile a livello internazionale per il trade. L’intesa con BolognaFiere ci permette di continuare a giocare in casa questo fondamentale appuntamento per le nostre imprese e pone le condizioni per attivare, in uno scenario sempre più competitivo, tutte le risorse e l’impegno possibile per il continuo successo della manifestazione”.“Il Presidente Manfredini ha detto benissimo – dichiara Fabio Roversi Monaco, Presidente BolognaFiere – quando parla di giocare in casa. E’ un’indicazione che fa ricco il Cersaie e BolognaFiere, ed è un’indicazione di metodo, di strategia per tutta la nostra regione, la nostra terra, il sistema fieristico e il sistema economico-sociale nel suo complesso. Il confronto internazionale si affronta e vince valorizzando e arricchendo la propria casa. La Fiera di Bologna vuole essere questo, fare da volano per il mondo economico che parte da questa terra e diventa riferimento nazionale, internazionale. La ceramica è decisiva nel mercato e nella cultura mondiale del costruire, Cersaie e BolognaFiere sono decisive nel rappresentare, diffondere, unificare, collegare questa ricchezza”. “Questo accordo non solo conferma una intesa, ma da avvio ad un vero e proprio nuovo e lungo partenariato tra BolognaFiere e Confindustria Ceramica, che vogliamo ringraziare per la sua fiducia nel quartiere bolognese e che vogliamo saper meritare” – ha commentato Duccio Campagnoli, da gennaio di quest’anno nominato Consigliere Delegato di BolognaFiere, che ha seguito personalmente l’accordo – BolognaFiere punterà con questo accordo ad essere con Cersaie e Saie un grande e rinnovato polo fieristico italiano dei materiali e delle tecnologie del costruire”. “E per questo, proprio a partire da questo accordo che guarda al futuro, mettiamo in cantiere nel futuro prossimo di BolognaFiere anche un nuovo impegno a rinnovare il quartiere fieristico, che deve e saprà essere nei prossimi anni una grande piattaforma verso il mondo, per una Bologna di nuovo grande città internazionale di industria cultura e innovazione” .

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet