CONFCOMMERCIO ER LE VENDITE DI FINE STAGIONE “Dai saldi una mano alle imprese e alle famiglie”


BOLOGNA 8 LUGLIO Sono iniziati sabato scorso in tutta l’Emilia Romagna i saldi estivi, un appuntamento quest’anno particolarmente atteso, che arriva dopo una stagione faticosa.“I saldi arrivano in un momento difficile per il nostro commercio – commenta Pietro Fantini, Direttore Regionale di Confcommercio Emilia Romagna. Dopo un 2013 iniziato in salita, soprattutto per il settore dell’abbigliamento, ci auguriamo che ora dai saldi arrivi un segnale di ripresa delle vendite, che possa invertire la tendenza”.Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio, ogni famiglia spenderà in media per l’acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in saldo 229 euro – meno di 100 euro a testa – per un valore complessivo di 3,6 miliardi di euro. Le vendite estive rappresentano sempre un momento di richiamo per le famiglie anche se negli ultimi anni la quota destinata a questo tipo di acquisto si è ridotta costantemente, in linea con le esigenze di un bilancio familiare condizionato da un calo del reddito disponibile.“Le vendite di fine stagione – aggiunge Fantini – continuano a rappresentare una valida opportunità, tanto per le famiglie, che potranno beneficiare di offerte davvero interessanti e contribuire così a far ripartire i consumi, ormai da troppo tempo al palo, quanto per i commercianti che potranno in questo modo alleggerire i propri magazzini”.In Emilia Romagna i saldi avranno una durata di 60 giorni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet