ALERTO VACCHI E’ IL NUOVO PRESIDENTE UNINDUSTRIA BOLOGNA


BOLOGNA 8 GIUGNO Alberto Vacchi,presidente e amm del di IMA, e’ il nuovo presidente di Unindustria Bologna. Lo ha elettoieri l’assemblea generale. Subentra a Maurizio Marchesini, che ha guidato gli industriali bolognesi nel quadriennio costituente di Unindustria dopo l’unificazione dell’Associazione degli industriali con l’Api, l’associazione dele piccole imprese. Nel suo discorso di commiato, alla presenza del presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, Marchesini ha posto l’accento sul valore delle piccole imprese come grande risorsa per il Paese ma soprattutto per l’economia locale; ha puntato l’indice contro il sistema bancario che ancora stenta a collaborare in maniera adeguata con il mondo imprenditoriale per sostenere la ripresa e la crescita. Ha sottolineato la necessita’, e l’impegno in questa direzione delle aziende, di un nuovo patto tra imprese e lavoro, ma anche di una nuova collaborazione con il sindacato. E poi ha contestato la politica dello ‘scaricabarile’, i programmi tv in cui ogni sera va in scena il disprezzo dell’avversario e la negazione del confronto, i rischi per la democrazia che cio’ comporta. “Non se ne puo’ piu’ – ha detto – serve una forte assunzione di responsabilita’”, una “grande prova di responsabilita’ nazionale”, unica via per crescere, fronteggiando i momenti difficili “con coraggio”, con “umile e quotidiano coraggio”.Vacchi: “Ecco il mio programma”. Alberto Vacchi, che prende in mano le redini dell’associazione degli industriali, sottolinea i suoi punti programmatici: centralità dell’impresa manifatturiera, un nuovo patto sociale per la crescita delle imprese, priorità ai giovani, pochi grandi progetti per il territorio possibilmente condivisi. “Sento tutta la responsabilità del compito che mi è stato assegnato, in una fase molto complessa della storia economica e politica del nostro Paese”, esordisce vacchi, eletto pressochè all’unanimità (circa 11 voti contrari su 450 votanti).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet