BONFIGLIOLI CONSULTING – LIFE SCIENCES: DALL’ OPERATIONAL EXCELLENCE FORUM NUOVE IDEE PER COMPETERE


BOLOGNA 8 MAGGIO C’è un “made in Italy” che con circa 330 aziende (produttrici di materie prime e specialità medicinali) rappresenta il secondo polo per numerosità in Europa e riesce a fatturare 25 miliardi di euro l’anno. L’industria farmaceutica italiana si posiziona di diritto tra i protagonisti a livello mondiale ma per rimanere “in vetta” deve fare i conti con concorrenti sempre più competitivi e con uno scenario di mercato (la spesa farmaceutica) sempre in mutamento con tagli e restrizioni di ogni tipo. L’industria farmaceutica italiana deve costantemente guadagnare posizioni in termini di competitività, deve ridurre i costi e aumentare il contenuto di innovazione senza perdere di vista la sostenibilità. Come fare? Quali strategie gestionali possono introdurre le imprese italiane per compensare il gap che è anche dimensionale rispetto ai colossi del settore pharma a livello mondiale? Le analisi e le risposte usciranno dal primo “Life Sciences Forum” organizzato da Bonfiglioli Consulting, la società di consulenza bolognese che ha portato, con successo, il Lean Thinking in alcune industrie farmaceutiche italiane, in collaborazione con AFI (l’Associazione Farmaceutici Industria). Il confronto a più voci è in programma il 10 maggio dalle 9,30 nelle sale di Palazzo Giureconsulti a Milano.Come si raggiunge l’ Eccellenza Operativa, l’Operational Excellence nel settore Pharma?
”Unendo risultati ottimali nella gestione di tutti i processi lungo la catena del valore- spiega Michele Bonfiglioli, amministratore delegato 
Bonfiglioli Consulting – noi proponiamo un approccio nuovo, più integrato e attento alle nuove sfide che l’economia globale impone. Il nostro approccio innovativo è il Lean World Class che vuole e può dare risposte concrete per raggiungere l’eccellenza”.
E’ questo il biglietto da visita, la presentazione, del primo Operational Excellence Life Sciences Forum. Sarà l’occasione per un confronto aperto su temi concreti per raggiungere l’eccellenza nell’R&D, nelle Operations, e in Sales&Distribution, attingendo da casi azienDali nazionali ed internazionali con esperti e relatori italiani e stranieri (anche grazie al network di consulenti Highland Worldwide che comprende anche il team Bonfiglioli Consulting).Intorno alla filiera farmaceutica ruotano 67mila dipendenti altamente qualificati e la crescita è sempre più legata alla quota di esportazioni (in crescita del 107% dal 1999 al 2009) che costituisce il 54% della produzione totale.
Ma si può fare di più.La sola produzione di medicinali vale 20 miliardi di euro (l’80% del totale) con altissime concentrazioni di imprese in Lombarda, Veneto, Emilia, Toscana e Lazio che da sole assorbono il 90% dell’occupazione totale. Il settore è composto per il 38% da imprese a capitale italiano e per il 62% da imprese capitale estero (40% europee, 21% americane e l’1% giapponesi).Grande attenzione sarà riservata, nel corso del primo Life Sciences Forum , alla ricerca e alle scelte gestionali che possono ottimizzare tempi e costi.Con 6.150 ricercatori e investimenti pari a 2,3 miliardi di euro (1,1 in produzione e 1,2 in Ricerca e Sviluppo), l’Italia sta potenziando l’impegno nella ricerca farmaceutica, come dimostra la pipeline di 233 prodotti biotecnologici in fase di sviluppo, anche grazie alla collaborazione tra centri di eccellenza pubblici e privati. A livello europeo l’Italia è il terzo mercato ma si posiziona al secondo posto (dopo la Germania) per valore di produzione e numero di imprese.Ecco spiegata l’attenzione che il team Bonfiglioli Consulting riserva, da diversi anni, a questo settore.Al Forum porteranno contributi Fulvio Uggeri (Direttore Centro Ricerche Bracco Imaging), 
 Roberto Teruzzi (General Manager Biologici Italia Laboratories), Danilo Clementi (Direttore di Produzione Aptalis Pharma), Michele Bonfiglioli – CEO Bonfiglioli Consulting, Troy Gautier – Executive Director Highland Worldwide, Christoph Ebensperger Head of Business Segment Life Sciences Horvath&Partners, Umberto Mirani –Bonfiglioli Consulting Life Sciences Competence Center.I temi al centro del summit saranno affrontati partendo da casi aziendali quindi da problemi e soluzioni all’insegna della concretezza con analisi dettagliate sull’R&D, Operations e Sales&Distribution per raggiungere l’eccellenza operativa in ottica pharma, settore che ha visto Bonfiglioli Consulting investire per la creazione di un vero “competence center”.Il forum si articolerà in una sessione plenaria (la mattina) e in tre sessioni tematiche in parallelo nel pomeriggio dedicate a Research&Development, Operations, Sales & Distribution.Le schedeAFIL’Associazione Farmaceutici dell’Industria é una Società Scientifica fondata nel 1960 tra i laureati in farmacia, chimica e tecnologia farmaceutiche, scienze biologiche, ingegneria e medicina o aventi titolo equiparato, che esplicano o hanno esplicato la loro attività lavorativa subordinata e libero professionista nell’industria farmaceutica e/o parafarmaceutica, negli Istituti Universitari, negli Istituti Scientifici, negli Enti Pubblici e nelle imprese o ditte fornitrici di beni e servizi destinati al settore farmaceutico.www.afiweb.it Bonfiglioli ConsultingNel 2011 Bonfiglioli Consulting ha realizzato un fatturato di 7 milioni di euro. E’ un dato importante se viene letto nel contesto di un mercato che non ha ancora dato i segnali di ripresa che tutti auspicano.È la conferma della solidità di Bonfiglioli Consulting e del rapporto, molto stretto, con la parte più sana del tessuto industriale italiano.Il piano investimenti lanciato da Bonfiglioli Consulting ha portato alla creazione a Crespellano (Bo) della prima Lean Factory School dove verranno realizzate iniziative di formazione avanzata.Bonfiglioli Consulting è attiva a Bologna dal 1973 e si posiziona tra le prime tre società italiane di consulenza per fatturato e numero di consulenti. Con la sua trentennale esperienza, svolge la propria attività a livello nazionale e attraverso l’alleanza con Highland Worldwide a livello internazionale.Si avvale di uno staff di oltre 50 persone e con oltre 120 casi di successo, la rendono leader riconosciuto nelle applicazioni del Lean Thinking, sia in ambito manifatturiero che nei servizi, con interventi mirati nelle aree progettazione, produzione, logistica e risorse umane.www.bcsoa.itwww.opexcelence.eu

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet