IL 17 MARZO NEGOZI CHIUSI IN ER


BOLOGNA 8 MARZO – “Il 17 marzo è una giornata festiva a tutti gli effetti e le attività commerciali dovranno osservare un generale obbligo di chiusura, fatte salve le deroghe stabilite dalle norme vigenti”. Così dichiara l’assessore regionale al Commercio, Maurizio Melucci.La giornata del 17 marzo 2011 ha ottenuto il definitivo riconoscimento di festività civile con l’emanazione del decreto legge n. 5 del 22 febbraio 2011, entrato in vigore il successivo 24 febbraio. In questa giornata pertanto di norma le attività in sede fissa dovranno restare chiuse.All’obbligo di chiusura non saranno tenuti come di consueto gli esercizi commerciali dei Comuni ad economia prevalentemente turistica, delle Città d’arte e dei Comuni che hanno inserito la giornata del 17 marzo tra le otto domeniche o giornate festive dell’anno nelle quali è possibile svolgere l’attività.“La Regione – spiega l’assessore Melucci – non ha ricompreso la giornata che ricorda i 150 anni dell’Unità d’Italia tra le festività civili per le quali vige l’obbligo di chiusura, come ad esempio il 25 aprile o il 1 maggio, semplicemente perché il breve intervallo di tempo tra l’entrata in vigore del decreto legge che ha qualificato come festività il 17 marzo 2011 e la festività stessa avrebbe di fatto impedito ai Comuni di concertare a livello locale le eventuali aperture. La posizione dell’Emilia-Romagna – conclude – è stata condivisa con tutte le Regioni nell’ambito della Commissione degli assessori al Commercio della Conferenza Stato-Regioni nella seduta del 2 marzo scorso”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet