CNA E ALMACUBE- ECCO COME NASCE L’INNOVAZIONE


BOLOGNA 8 FEBBRAIO Sono imprese bolognesi giovani e ad elevatissimo contenuto tecnologico, nate grazie ad AlmaCube, l’incubatore dell’Università di Bologna. Tre di esse sono specializzate nelle nanotecnologie, lavorano insieme nel distretto “nanotech” di via Gobetti e hanno già realizzato prodotti di avanguardia: etichette contenenti, in un cm quadrato, “nanoscritte” che nascondono venti pagine di testo crittografato; film sottili, cioè nuovi materiali per il ricoprimento dei pannelli fotovoltaici così da migliorarne le prestazioni; ma anche dispositivi di ultima generazione per il controllo di qualità dei farmaci proteici. Per rendere queste imprese leader anche nei mercati, dopo che lo sono già nel campo della ricerca, Cna ed AlmaCube hanno siglato un accordo. L’obiettivo è agevolare queste aziende ad ottenere credito dalle banche, far conoscere i loro prodotti sui mercati nazionali ed esteri, proteggere i loro brevetti, metterli in rete con le migliaia di piccole imprese bolognesi allo stesso tempo potenziali fornitori e potenziali clienti dei giovani scienziati-imprenditori. Una convenzione che punta non solo a valorizzare la ventina di imprese attualmente presenti ad AlmaCube, ma a favorire lo sviluppo a Bologna di neo-imprese a spiccata innovazione, con particolare riferimento agli spin-off universitari.Nell’incubatore di imprese AlmaCubehanno già spiccato il volo oltre 50 giovani aziendeAlmaCube è l’incubatore per imprese ad elevato contenuto di conoscenza lanciato nel 2001 dall’Università di Bologna, dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e dalla Fondazione Alma Mater. Da novembre 2007 AlmaCube coordina le attività di PniCube, associazione che oggi riunisce 35 tra Università e incubatori accademici italiani. L’incubatore nella sua sede di via Fanin è in grado di ospitare 16 imprese a forte connotazione tecnologica di origine sia universitaria che aziendale. Imprese attive in particolare nel settore dell’Itc (Information Communication Technology) e del multimediale. Oltre a servizi primari quali l’utilizzo gratuito degli spazi, connessione telefonica e internet, centralino, AlmaCube offre attività di formazione e consulenza alla redazione del business-plan per i giovani che hanno un progetto di start up.Ad oggi AlmaCube ha ospitato e sostenuto la crescita di 52 attività imprenditoriali, che hanno sviluppato complessivamente 10 milioni di euro di fatturato e coinvolto 200 persone tra giovani imprenditori, dipendenti, collaboratori esterni e stagisti. Le imprese di AlmaCube complessivamente hanno registrato 41 brevetti.Bologna è una delle capitali per le nanotecnologieIn via Gobetti il distretto “nanotech” di AlmaCube Dal 2009 AlmaCube ha aperto una sua nuova struttura in via Gobetti rivolta alle giovani imprese specializzate nel campo delle nanotecnologie. Attualmente sono tre le aziende “incubate” in questa sorta di “distretto nanotech”: Scriba Nanotecnologie, Organic Spintronics e byFlow.Queste eccellenze confermano che Bologna è una delle capitali per quanto riguarda le nanotecnologie: il nostro territorio infatti è tra i più prolifici in Italia non solo per la presenza di imprese “nanotech”, ma anche nella produzione scientifica e nella registrazione di brevetti nel campo delle nanotecnologie. Come produzione scientifica infatti Bologna arriva al 7% a livello nazionale, insieme a Parma e Modena raggiungono il 33%. Per quanto riguarda i brevetti “nanotech”, Bologna è tra le prime in Italia insieme a Roma e Trieste.A livello nazionale, il nostro territorio ha raggiunto importanti risultati nello sviluppo di “nanomateriali” che consentono performance eccezionali ai prodotti, con diversi campi di applicazione. Sempre per fare qualche esempio gruppi di ricerca emiliano romagnoli hanno rivestito tessuti rendendoli idrorepellenti, per abiti dunque che non si inzuppano con i liquidi ma li respingono; hanno prodotto piastrelle di ceramica che trattengono il calore; ma anche rivestito protesi ortopediche allungandone moltissimo la loro durata ed evitandone la sostituzione. Servizi, consulenze, agevolazioni e reti d’impresaL’accordo Cna-AlmaCube a favore dei giovani imprenditoriPer sostenere sul mercato le imprese innovative già presenti in AlmaCube, e con la prospettiva di favorire la nascita di nuove, è stata firmato un accordo con Cna.La partnership prevede che, alle aziende di AlmaCube, Cna garantisca servizi informativi specialistici su tutti gli aspetti della vita di un’impresa:- normative di prodotto e certificazioni- tutela della proprietà industriale di idee e progetti; – credito agevolato dalle banche e incentivi pubblici; – creazione di reti impresa per la competitività e l’internazionalizzazione- convenzioni per acquisti collettivi- formazione imprenditorialeInoltre le imprese aderenti ad AlmaCube potranno ottenere sconti su tutti i servizi di Cna utili allo sviluppo delle loro attività.Le imprese di AlmaCube poi insieme a Cna Bologna potranno sviluppare specifici progetti di ricerca e innovazione con altre imprese associate a Cna.E’ molto importante che le imprese innovative di AlmaCube entrino in “rete” col mondo delle 16.000 aziende associate a Cna. Queste infatti possono diventare sia loro fornitrici offrendo quella componentistica di qualità, utile a realizzare i prodotti ideati ad AlmaCube; ma possono anche diventarne clienti, in quanto i materiali e le tecnologie innovative progettate in AlmaCube possono essere utilizzati da imprese bolognesi di svariati settori: dalla meccanica alla moda, dal biomedicale all’Itc.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet