Asta tra quattro big esteri per gli asset Unipol


bologna 6 maggio Unipol avvia concretamente la procedura di cessione imposta dall’Antitrust, complice il maxi riassetto con Fondiaria-Sai, del pacchetto di premi da 1,7 miliardi di euro. E, per voce dello stesso amministratore delegato, Carlo Cimbri, svela alcuni dei nomi dei soggetti potenzialmente interessati a rilevare l’asset: Allianz, Aviva, Zürich e Cattolica. Anche se quest’ultima pare si sia recentemente sfilata dal processo mentre potrebbe essere ancora in campo Axa. In corsa, in ogni caso, ci sarebbero poco più di una decina di operatori, compresi diversi fondi di private equity, tempo fa si era vociferato di alcuni colossi come le inglesi Permira e Cvc e il gruppo finanziario Apax, e qualche assicuratore internazionale come l’americana Liberty International.Secondo alcune stime, tuttavia, considerati i multipli di settore pari 0,3-0,5 volte i premi, l’incasso potrebbe essere compreso tra i 500 e gli 800 milioni di euro. Riguardo alla tempistica, la tabella di marcia sarebbe piuttosto serrata.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet