Fatturato oltre i 20 Mln. per “Selenella”


BOLOGNA 6 DICEMBRE Festa di compleanno in casa Selenella: la patata arricchita al selenio compie 10 anni che è un vero business: il fatturato nel 2010 è salito a 21,5 milioni di euro e per il 2011 il presidente Alberto Zambon annuncia la “diversificazione”: arriveranno sul mercato anche le cipolle e le carote al selenio. . E’ stato un decennio vissuto nel segno della qualità e della tradizione quello dell’unica vera patata di marca esistente sul mercato nazionale, e con l’origine 100% italiana nell’etichetta; un decennio che ha reso il brand, prodotto dal Consorzio delle Buone Idee, il vero sinonimo di patate in Italia, tanto da riuscire a conquistare la fiducia di circa 3.200.000 consumatori. “Nell’anno celebrativo del nostro decimo anniversario – sottolinea Alberto Zambon, presidente Consorzio delle Buone Idee – posso affermare con grande orgoglio che il bilancio è molto positivo: dai 40-50mila quintali di patate con cui siamo partiti nel 2000, oggi ne produciamo e commercializziamo 300-350mila all’anno per la sola Selenella. Le previsioni di mercato, inoltre, sono più che buone in quanto, a causa della carenza del prodotto a livello europeo che ha trascinato anche il prodotto italiano, quest’anno si è verificato un incremento del prezzo del 20% per cui, per il prossimo anno, prevediamo di aumentare la produzione di Selenella, stando sempre attenti alla qualità e alle nuove varietà da immettere sul mercato”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet