I soci Emil Banca danno fiducia a Magagni e approvano il Bilancio


bologna 5 maggio Grande soddisfazione dei vertici di Emil Banca, la Banca di Credito Cooperativo presente con 49 filiali a Bologna, Modena e Ferrara, per la grande affluenza registrata all’Assemblea dei soci che si è tenuta domenica Primo Maggio a Bologna. Erano oltre mille i soci presenti fisicamente, quasi tremila se si considerano le deleghe. All’ordine del giorno il rinnovo delle cariche sociali, alcune importanti modifiche statutarie, come l’introduzione delle norme sul conflitto d’interessi, e l’approvazione del Bilancio d’esercizio 2010 che si è chiuso con un utile di tre milioni di euro. I soci hanno rinnovato la fiducia al Presidente uscente che è stato rieletto con una sostanziale unanimità. Fiducia è stata espressa anche al Consiglio di Amministrazione che da 19 membri, per effetto delle modifiche statutarie che dovranno adottare tutte le Bcc italiane, è stato ridotto a 13. “Ringrazio i sei consiglieri che hanno dato la disponibilità ad uscire dal Cda e i tanti soci che sono venuti in Assemblea in una domenica particolare, in cui coincidevano la festa del Primo Maggio e la Beatificazione di Papa Giovanni Paolo II”, è il commento del Presidente Giulio Magagni.Tante le modifiche statutarie che sono state adottate domenica, le più rilevanti sono: la diminuzione del numero dei Consiglieri d’Amministrazione, l’introduzione delle norme sul conflitto d’interesse, per cui gli incarichi politici e nell’amministrazione pubblica diventano incompatibili con la carica di Consigliere d’Amministrazione della banca, e quelle sulla rotazione del Cda, con cui viene introdotto un limite massimo ai mandati degli amministratori.“Siamo i primi in Italia ad aver adottato ed immediatamente applicato il nuovo statuto tipo delle Bcc che modifica in maniera così sensibile la nostra governance – ha commentato Magagni, Presidente, oltre che di Emil Banca, anche della Federazione delle Bcc dell’Emilia-Romagna e di Iccrea Holding – Un documento pensato dal sistema del Credito Cooperativo per rispondere alle tante nuove normative in tema di credito e alle esigenze interne di auto-regolamentazione. Un documento all’avanguardia, che garantirà la continuità e il graduale rinnovamento del governo delle Bcc e favorirà la partecipazione dei soci alla vita della cooperativa”. Terminata l’Assemblea Straordinaria, i soci hanno esaminato e approvato il Bilancio d’esercizio 2010 che si è chiuso con un utile di 3.025 mila euro. “Anche l’Assemblea Ordinaria è stata molto positiva – ha commentato il Direttore Generale, Daniele Ravaglia – sono molto soddisfatto perché, al di là del risultato economico che è figlio della crisi che stiamo attraversando, i soci hanno dimostrato di condividere ed apprezzare l’azione sociale della banca per il territorio, ben spiegata in un video in cui è stato sintetizzato il Bilancio sociale 2010, il nono pubblicato da questa Bcc”.Fanno parte del nuovo Consiglio d’Amministrazione di Emil Banca Vincenzo Baschieri, Cristina Bottoni, Vincenzo Breveglieri, Enea Cocchi, Mirco Fantoni, Sandro Labanti, Graziano Massa (Vice Presidente), Luca Montebugnoli, Fabrizio Pasquali, Ugo Sprocati, Giorgio Susmel e Assuero Zampini.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet