Dieci Confindustrie regionali ieri a Venezia per aprire il dibattito sullo sviluppo del Paese,


BOLOGNA 4 LUGLIO Dieci Confindustrie del Centro Nord si sono date appuntamento IERI a Venezia, con l’obiettivo di aprire un dibattito sul tema dello sviluppo futuro del Paese.L’incontro, dal titolo “Il nuovo manifatturiero: un progetto di crescita industriale per il Paese”, è stato organizzato e promosso dalle Confindustrie di Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta e Veneto, con il contributo della Banca Popolare di Vicenza. Al confronto ha partecipato il Presidente di Confindustria Emilia-Romagna Maurizio Marchesini . Protagonista Gary Pisano, professore di Business Administration all’Harvard Business School. “Oggi ci confrontiamo sul futuro del Paese e della sua economia, con uno dei massimi esperti al mondo del “ritorno alla manifattura” che sta risollevando l’economia americana – dichiara il Presidente Maurizio Marchesini –. Le dieci Confindustrie regionali che hanno promosso questo incontro rappresentano dieci territori in cui vive poco più della metà della popolazione italiana, ma producono oltre l’82% dell’export manifatturiero nazionale, il 70% del valore aggiunto del manifatturiero, il 69% del fatturato, il 60% degli investimenti, il 66% delle persone occupate. Siamo l’area più alta densità industriale del Paese, uno dei pilastri portanti dell’economia nazionale. Un pilastro che non può essere messo in discussione: anzi, deve tornare al centro delle strategie di sviluppo del Paese.”Ad aprire i lavori il padrone di casa, Presidente di Confindustria Veneto, Roberto Zuccato. A seguire, dopo l’intervento di Pisano, la tavola rotonda legata alle potenzialità del nuovo manifatturiero, con la partecipazione del Presidente Maurizio Marchesini, di Adolfo Guzzini (I Guzzini), di Gianluigi Viscardi (Gosberg), di Alberto Baban (Tapì) e di Stefano Micelli, professore all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Conclude i lavori Giorgio Squinzi, Presidente di Confindustria.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet