SCS Consulting ha festeggiato a Bologna i primi 10 anni


bologna 4 ottobre “Non solo briefs, slides & speech: intervista multistakeholder su SCS Consulting” è il titolo dell’incontro che Patrizio Roversi ha condotto in occasione della celebrazione del decennale di SCS Consulting, presso l’Area Museale di Cà la Ghironda a Ponte Ronca di Zola Predosa (BO). Nata nel 2001 dalla fusione di tre società attive fin dagli anni Ottanta nel campo dei servizi di consulenza (Smaer), formazione e valorizzazione delle risorse umane (Corum e Sinnea International), da cui l’acronimo di SCS, la società si occupa di business consulting, people management e sostenibilità.Di matrice cooperativa (la proprietà fa capo a grandi imprese aderenti a Legacoop, Unipol e Coop Adriatica), SCS opera su tutto il territorio nazionale per clienti del settore pubblico, privato e cooperativo, con un team di oltre 90 professionisti (50% donne, età media 34 anni) formati nelle migliori Università e nelle più importanti società internazionali, cui si affianca un consolidato network di esperti esterni.Obiettivo di SCS è aiutare i clienti ad accrescere il proprio business, a sviluppare il capitale umano e a favorire l’innovazione sostenibile; per questo la società opera per formare e valorizzare le persone, soprattutto giovani, favorendo lo sviluppo di competenze distintive e di spirito imprenditoriale, senza mai perdere di vista la tutela di valori quali il rispetto, la trasparenza, il merito e la responsabilità. Ed è proprio su questo che Patrizio Roversi ha intervistato i ‘testimoi’ del mondo istituzionale e imprenditoriale privato e cooperativo quali Lorenzo Broccoli, Direttore Generale organizzazione, personale, sistemi informativi della Regione Emilia Romagna, Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato Gruppo Hera, Giuliano Poletti, Presidente Legacoop Nazionale, Tiziana Primori, Direttore Generale alla gestione di Coop Adriatica e Pier Luigi Stefanini, Presidente Unipol Gruppo. “L’idea alle base dell’evento – spiega Filippo Mariano, Presidente di SCS Consulting – è mettere in scena una metafora del nostro ruolo nel mercato, del nostro agire nell’ambito della responsabilità sociale e della promozione del “cambiamento” per le imprese e, più in generale, per quella che ci piace definire la “società economica”. In questo contesto si inserisce la presenza al nostro evento di Don Luigi Ciotti, quale esperto osservatore che “misura” e “vigila” il rapporto tra le nostre intenzioni e quanto facciamo, per aiutarci a riflettere sulle ricadute del nostro operato e sul ruolo della consulenza nell’attuale situazione di crisi socio-economica.” All’incontro c’erano Beatrice Draghetti, Presidente della Provincia di Bologna, Maria Bernadetta Chiusoli, Assessore al bilancio, attuazione del programma, lavori pubblici della Provincia di Modena, Matteo Lepore, Assessore agli Affari Istituzionali, Servizi Demografici, Relazioni Internazionali, Comunicazione, Marketing urbano, Innovazione e Lavoro del Comune di Bologna, Gianpiero Calzolari, Presidente di Legacoop Bologna e di Granarolo, Adriano Turrini, Presidente Coop Adriatica e importanti clienti di SCS invitati a testimoniare sull’eperienze condotto con la nostra società di consulenza.A Don Luigi Ciotti sono state riservate le conclusioni

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet