COOP ADRIATICA CHIUDE UN ANNO DI INTERVENTI SOLIDALI ALLA DOZZA NEL 2011 1.200 LIBRI CONSEGNATI IN CARCERE DAI VOLONTARI DI “AUSILIO PER LA CULTURA”


BOLOGNA 4 GENNAIO Anche durante le feste Coop Adriatica varca le soglie della casa circondariale Dozza di Bologna: la Cooperativa ha donato nei giorni scorsi una lavatrice all’istituto carcerario. Il gesto solidale si inserisce tra le iniziative a favore dei detenuti svolte nel corso del 2011 con il sostegno dei soci volontari, delle istituzioni e dell’Avoc (Associazioni volontari per il carcere). Il “regalo” natalizio si aggiunge alle donazioni – alimentari, prodotti per l’igiene personale, mobilia, materiale di cancelleria per le sezioni scolastiche all’interno della casa circondariale – effettuate l’anno scorso.L’impegno di Coop Adriatica per i detenuti si è concentrato in modo particolare sulla promozione della lettura con l’attività di “Ausilio per la cultura”, che alla Dozza è attivo dal ’94, grazie a un sistema di prestito interbibliotecario che coinvolge la Sala Borsa e altre sei biblioteche cittadine. Nel 2011, i 3 volontari del gruppo di “Ausilio” hanno fatto da tramite tra il carcere e le biblioteche, consegnando 1.198 volumi a 234 detenuti. Inoltre, grazie agli oltre 3.500 libri donati da cittadini e associazioni, è stato possibile, in collaborazione con le autorità carcerarie, arricchire le biblioteche nella sezione penale, giudiziaria e femminile del carcere – ciascuna formata da 2.000 volumi – e crearne una ex novo con 100 libri presso l’infermeria. Lo scorso anno, alla Dozza, si è tenuta anche la terza edizione di “Parole in libertà”, un laboratorio di scrittura che ha visto 38 carcerati cimentarsi nella creazione di poesie, saggi, racconti, che gli autori hanno letto nel corso di una giornata, dedicata all’iniziativa, organizzata alla casa circondariale. Infine, anche per il 2011, la manifestazione “Ad alta voce” è tornata con un momento di lettura condivisa presso l’istituto carcerario.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet