BO 31 /1/2013 FURLA CRESCE NEL 2012 E ASSEGNA PREMIO A GIOVANE ARTISTA


BOLOGNA 31 GENNAIO È Chiara Fumai la vincitrice della nona edizione del Premio Furla, organizzato e promosso da Fondazione Furla, Fondazione Carisbo, Fondazione Querini Stampalia, MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, con il supporto di Carisbo S.p.A. e con la collaborazione di Arte Fiera e Viafarini.Giudicata da una giuria internazionale, composta da Galit Eilat, Marina Fokidis, John Peter Nilsson, Chiara Parisi e Dirk Snauwaert, l’artista è stata scelta tra gli altri finalisti per “l’energia, lo straordinario impegno che emerge nel suo lavoro, la scelta di temi di stretta attualità, al centro sia della riflessione artistica contemporanea che della società del nostro tempo, come il femminismo, il discorso performativo e l’attivismo”, si legge in una nota.La proclamazione ha avuto luogo nel corso dell’inaugurazione della mostra “Add Fire”, dedicata alle opere e ai progetti dei cinque artisti finalisti, nella cornice dell’ex Ospedale degli Innocenti a Bologna. L’esposizione, che deve il suo titolo all’immagine appositamente realizzata da Jimmie Durham per il Premio Furla 2013, sarà aperta al pubblico fino a domenica 3 febbraio.Sul fronte business l’aziedna bolognese guidata da Giovanna Furlanetto chiude il 2012 con ricavi oltre i 212 milioni di euro (+18% sul 2011) e l’export al 76% delle vendite totali di borse e accessori.Con l’ebitda a 32 milioni (+28% sul 2011 e con un’incidenza pari al 15% del fatturato) Furla punta sull’espansione dei negozi monomarca( oggi 319 in 63 Paesi).L’azienda è nata nel 1927. Negli ultimi 2 anni il fatturato è cresciuto del 35%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet