R2B – RESEARCH TO BUSINESS e SMAU BOLOGNA


bologna 30 maggio Accanto alla tradizionale area espositiva dedicata alle tecnologie digitali per le imprese, gli oltre 3.500 visitatori attesi a Smau Bologna il 5 e 6 giugno, avranno la possibilità di scoprire le ultime frontiere dell’innovazione all’interno di R2B-Research to Business, l’area dedicata al mondo della ricerca industriale che presenterà i più innovativi laboratori, startup e spin off con l’obiettivo di favorire l’incontro tra imprese e centri di ricerca al fine di stimolare e facilitare il processo rinnovamento delle imprese del territorio.L’evento è promosso dalla Regione Emilia-Romagna e Bologna Fiere, in collaborazione con Smau e Aster – Società consortile dell’Emilia-Romagna per lo sviluppo e la promozione dell’’innovazione e del trasferimento tecnologico – e coinvolgerà oltre 130 realtà tra cui più di 80 centri di ricerca, laboratori nazionali e internazionali e acceleratori d’innovazione, 50 startup, spin off e finanziarie regionali che hanno il compito di elaborare gli strumenti e le agevolazioni finanziarie per le imprese. Queste le aree tematiche: dall’Aerospazio all’Agri-food, dalla Chimica Verde all’Edilizia, dall’Energia alla Fabbrica Intelligente, dalla Mobility ai Beni Culturali, dalle Scienze della Vita alle tecnologie per le Smart Communities fino alle tecnologie per gli ambienti di Vita e le ICT.Tali attori avranno il compito di presentare al pubblico dei visitatori la propria offerta di Ricerca Industriale per realizzare partnership, fornire alta formazione a manager e imprenditori dell’industria del Centro Nord e supportarli nella corretta comprensione delle agevolazioni e degli strumenti finanziari a loro disposizione. Un incontro, quello tra mondo della Ricerca e Industria, destinato a generare valore per entrambe le parti: da un lato le start up e i laboratori vedranno valorizzata e premiata la propria attività che può così trasformarsi, attraverso l’incontro con le imprese, in un business di successo, dall’altro per gli imprenditori e manager dell’Emilia-Romagna, l’evento sarà l’occasione per attingere nuove idee e innovazioni dal mondo della ricerca scientifica e accrescere quindi la competitività della propria impresa.Tra le la novità di quest’anno un focus speciale sui Cluster Tecnologici Nazionali individuati dal recente Bando Miur come propulsori della crescita economica sostenibile basata sulla conoscenza e sulla ricerca e ai progetti Smart Cities and Communities.Un’area espositiva realizzata in collaborazione con MIUR – PON Ricerca e Competitività, ma anche un fitto programma di convegni con i rappresentanti nazionali degli 8 cluster selezionati dal Ministero, sulle tematiche strategiche della nuova Programmazione Europea Horizon 2020 e interviste con Radio24 per capire in quale direzione concentrare risorse e competenze per uscire dalla crisi.Numerosi quindi gli appuntamenti e le iniziative nei due giorni volti a favorire i contatti tra startup, laboratori, centri di ricerca e imprese: si inizia mercoledì 5 giugno con la prima edizione del Premio Lamarck (5 giugno ore 12.00), il riconoscimento, che prende il nome dal naturalista Jean Baptiste Lamarck, realizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia-Romagna, in collaborazione con Aster e Smau, verrà assegnato alle migliori idee che possono trovare applicazione pratica in aziende già strutturate.Le 50 startup selezionate tra quelle presenti in fiera, presenteranno la propria idea di business nello Speed Pitching (presentazione di pochi minuti), realizzato in collaborazione con Emil Abirascid di Startupbusiness e il portale EmiliaRomagnaStartUp di Aster.Il programma dei premi continua con la premiazione della prima fase della Start Cup-Spinner 2013 Emilia-Romagna, alla quale si sono candidati 75 gruppi di impresa (6 giugno ore 16.30), e del concorso Turboblogging, un format innovativo che assegnerà il miglior post sulla ricerca scelto da una giuria di esperti tra quelli scritti da 30 blogger sulla realtà dei laboratori della Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna. La premiazione sarà preceduta da uno speech di Stefano Epifani, blogger esperto di nuove tecnologie e consulente di importanti aziende dell’ICT (6 giugno ore 11.00, Sala 4 Pad.34).Imprenditori e manager potranno incontrare le startup e i laboratori di ricerca anche nei momenti di Pitching in programma all’interno dell’Arena R2B, mercoledì 5 giugno alle ore 15.00 e giovedì 6 giugno alle ore 10.00 e alle 15.00. Tra le iniziative da non perdere, Innovat&Match, la due giorni di incontri one-to-one, organizzata da Aster e dal consorzio Simpler, per far incontrare aziende e laboratori, in cerca del partner per avviare processi di innovazione e internazionalizzazione. 266 gli iscritti, provenienti da 12 Paesi, tra i quali anche la Cina.L’area dedicata alle nuove imprese innovative, Start2B, sarà accompagnata da una serie di iniziative per facilitare il networking con potenziali investitori e partner. Durante la manifestazione sarà inoltre attivo, presso lo stand di ASTER, l’Info Point “Pronti per l’Investitore!”, con informazioni, orientamento, supporto per l’accesso a capitali e risorse per progetti imprenditoriali innovativi e con visita guidata a FinancER, il marketplace della finanza per l’innovazione e la crescita in Emilia-Romagna.Destinato ad imprenditori e manager in fiera, il Discovery Bar è il posto in cui i visitatori possono scoprire tutte le nuove opportunità di innovazione per la propria impresa attraverso personale qualificato che li indirizzerà direttamente verso le realtà più interessanti per il proprio business. Nel loro giro tra gli stand, imprenditori e manager potranno, infine, scoprire il pacchetto di agevolazioni e strumenti finanziari messo a punto dalla Regione Emilia Romagna dedicati alle Piccole e Medie Imprese. Per chi desiderasse ulteriori approfondimenti sono, inoltre in programma i workshop “Contributi e finanziamenti a imprese e startup!” a cura di Andrea Povelato, in programma giovedì alle ore 15.00 e il laboratorio in Arena Smart City, in programma mercoledì alle ore 16 dedicato agli strumenti finanziari per le imprese del territorio, a cura di Aster e dell’Istituto Mario Boella.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet