UN 2010 DA RICORDARE PER L’AEROPORTO DI BOLOGNA


BOLOGNA 30 DICEMBRE Il 2010 è stato un anno da ricordare per l’Aeroporto di Bologna. Superate le nevicate ‘storiche’ di inizio anno, messo in archivio la chiusura dello spazio aereo per la nube di cenere del vulcano islandese (con una perdita di 800 voli e 70 mila passeggeri) e superata positivamente la ‘prova sicurezza’ con il pacco-bomba ritrovato su di un volo cargo, il 22 novembre il ‘Marconi’ ha raggiunto per la prima volta nella sua storia il traguardo dei 5 milioni di passeggeri e si appresta ora a chiudere l’anno con un incremento di passeggeri del 15% circa sul 2009, dato che gli vale il titolo di ‘best performer 2010’ tra i 10 maggiori scali italiani.Ma non basta: secondo i dati ufficiali di Assaeroporti, l’ottima performance di novembre (+21,2%) ha permesso all’Aeroporto di Bologna di scavalcare sia Napoli che Catania nella graduatoria degli aeroporti italiani più utilizzati nel mese, piazzando il ‘Marconi’ al sesto posto, subito alle spalle di Venezia. Nella graduatoria annuale, Bologna è invece in lizza per il settimo posto assoluto.Per le festività di fine anno, le mete più gettonate sono Sharm el Sheik, Marsa Alam, Mombasa, Hurgada e il Cairo tra i voli charter e Parigi, Londra, Catania, Francoforte e Roma tra i voli di linea. Attesi, tra oggi e il giorno dell’Epifania, circa 100 mila passeggeri tra arrivi e partenze.E per favorire l’arrivo di nuovi passeggeri in regione, in queste settimane l’Aeroporto di Bologna ha acquistato, per il proprio portale dedicato all’incoming “Fly to Bologna”, spazi pubblicitari e banner sull’homepage del sito di Ryanair e sulle sue newsletter, nelle versioni dedicate ai mercati del Belgio, Regno Unito, Spagna, Francia, Irlanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Germania e Italia. Si tratta di un’operazione particolarmente significativa e di grande visibilità, dal momento che il sito della compagnia irlandese vanta oltre 350 milioni di visitatori nei primi 11 mesi dell’anno.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet