BO 3 /10/2012 Cersaie conferma la sua internazionalità con oltre 100.000 presenze, di cui il 32% provenienti dall’estero


BOLOGNA SASSUOLO 3 OTTOBRE Cersaie conferma nei numeri la propria vocazione ad essere ‘la’ fiera di riferimento a livello internazionale per i settori della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno. Sono stati 75.563 i visitatori unici (‘primi ingressi’) e 106.846 le ‘presenze’, calcolate – secondo gli standard fieristici internazionali – come primo rientro nei giorni successi al primo ingresso. Il nuovo sistema elettronico di rilevazione, introdotto quest’anno, ha consentito una più puntale rilevazione degli operatori partecipanti. Fondamentale è la componente di visitatori internazionali che, toccando il 32%, rappresenta il nuovo record per la manifestazione. Un importante risultato complessivo, reso possibile dalla sempre più stretta collaborazione con Bologna Fiere, giunta alla sua 30.a edizione, e celebrata mercoledì 26 settembre con una Serata al Teatro Comunale di Bologna, evento che è stato affiancata da una iniziativa benefica a sostegno delle zone colpite dal terremoto. Significativa anche la presenza dei giornalisti che ha raggiunto il numero di 675, dei quali 258 esteri (+4%).Particolare successo hanno avuto gli eventi culturali di ‘Costruire Abitare Pensare’, dove la Lectio Magistralis del Premio Pritzker Eduardo Souto de Moura ha registrato oltre 1.300 presenze, e le nuove iniziative appositamente pensate per l’edizione 2012: ‘la Città della Posa’ – evento che ha visto lavorare assieme il campione del mondo dei posatori e ad alcune scuole edili italiane –, e ‘Cersaie disegna la tua casa’, l’iniziativa organizzata da Edi.Cer. spa, in collaborazione con una quindicina di primarie riviste di interior design italiane, finalizzata ad offrire ai consumatori privati una consulenza gratuita nella ristrutturazione del proprio appartamento e nella scelta dei materiali. Molte iniziative hanno animato quest’anno il Dopo Salone, come l’inaugurazione di una mostra dei lavori di Souto de Moura alla Pinacoteca di Bologna e l’iniziativa ‘Bologna Water Design’, che dal proprio quartier generale all’Ospedale dei Bastardini, è stata in grado, per ciascuno dei giorni della fiera, di attirare visitatori del salone e cittadini di Bologna agli eventi culturali, tra cui le installazioni di designer quali Michele de Lucchi e Diego Grandi, oltre alla forte partecipazione alla conferenza di Philippe Daverio.La prossima edizione si terrà, sempre a Bologna, dal 24 al 28 settembre 2013.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet