LEGACOOP E UNINDUSTRIA A BOLOGNA DIALOGANO CON “FARETE”


BOLOGNA 29 MAGGIO Lunedì 17 e Martedì 18 Settembre, presso l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bo), centinaia di stand ospiteranno le imprese di Unindustria Bologna per una “Due giorni” che costituirà, di fatto, la vetrina delle produzioni, delle lavorazioni, della subfornitura, dei servizi cheil sistema produttivo bolognese offre in tutti i settori.Sarà questo lo svolgimento di “FARETE”, un momento organizzato con Legacoop Bologna, in collaborazione con il Gruppo Sabatini, con un obiettivo preciso: fare incontrare le imprese tra di loro. L’appuntamento – non a caso dedicato a “Le imprese fanno Network” – consentirà nelle due giornate, a tutte le imprese piccole, medie e grandi associate ad Unindustria Bologna, di presentarsi e di conoscersi alla ricerca di possibili clienti, fornitori, partner commerciali e produttivi.Assume quindi particolare significato la collaborazione con Legacoop Bologna: una collaborazione che si propone di sviluppare il dialogo fra le imprese di Unindustria Bologna e quelle del mondo della cooperazione.A fianco dell’Assemblea vera e propria, per due giorni “FARETE” metterà in contatto sia gli imprenditori, i top manager ed i massimi vertici delle realtà cooperative, sia i responsabili degli uffici acquisti e degli uffici tecnici delle imprese. E, a fianco del momento espositivo e di incontro tra i manager delle singole realtà produttive, ci sarà la possibilità di incontri dedicati a trattativeB2B riservate.“FARETE sarà un luogo che favorirà occasioni di conoscenza reciproca, di partnership, di business.” sottolinea Alberto Vacchi, Presidente di Unindustria Bologna “Vogliamo creare le condizioni affinchè emergano tutte le possibili opportunità di collaborazione tra imprese del territorio, e le imprese stesse possano individuare nuovi partners con i quali affrontare le sfidedella globalizzazione. E, perchè no, affinchè possano nascere anche nuove idee”.“Il sistema produttivo bolognese ha, del resto, una lunghissima storia di collaborazione al proprio interno.” aggiunge Vacchi “I rapporti di fornitura e di collaborazione tra imprese complementari sono stati uno dei fattori alla base di quello che Romano Prodi già trent’anni fa definiva il ‘meccano della Via Emilia’. E nel corso del tempo intere filiere hanno preso vita e sisono sviluppate nel raggio di poche decine di chilometri”.“Ogni singola impresa in realtà è il nodo di una rete complessa di scambi e relazioni” afferma il Presidente di Legacoop Bologna, Gianpiero Calzolari, “L’iniziativa di settembre sarà l’occasione di rinvigorire la collaborazione fra le tante imprese, grandi e piccole, clienti e fornitori che rappresentano il reticolo produttivo bolognese, ma soprattutto per offrire l’opportunità di costruire nuovi scambi ed ampliare ulteriormente quella rete preziosa che consoliderà il nostro territorio”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet