CNA E REGIONE E-R FANNO ROTTA SULLA TURCHIA CON IL PROGETTO “CIMET”


BOLOGNA 29 FEBBRAIO Si chiama “Cimet – Commercio ed Innovazione nella meccanica tra Emilia Romagna e Turchia” il progetto di CNA Servizio Estero, cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna volto a promuovere il settore meccanico emiliano-romagnolo in Turchia che sarà presentato giovedì 1° marzo alle 17 nella sede provinciale CNA di via Maiella 4 (Sala Castagnetti) a Reggio Emilia, con tanto di momento formativo sul mercato turco.L’incontro sarà introdotto dal presidente di CNA Reggio Emilia Tristano Mussini e dal presidente di CNA Servizio Estero Mirco Salsi, seguito dalla presentazione del progetto di Rita Malavasi, direttore di CNA Servizio Estero e dall’approfondimento di Matteo Setti dello Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese. Saranno Iper Erden Ulusöver, responsabile dello Sviluppo Business e dei Progetti Internazionali della Camera di Commercio Italiana in Turchia/Istanbul, e Silverio Bonfiglioli dell’International Consultant, condurranno un approfondimento sulla Turchia. Le azioni realizzate nell’ambito del progetto, della durata di 15 mesi, saranno volte alla creazione di sinergie e all’attivazione di collaborazioni con il mercato turco, il tutto in una prospettiva di estensione e sviluppo di nuovi rapporti commerciali. Nello specifico CNA Servizio Estero, insieme alla Regione Emilia-Romagna, desidera affiancare le aziende interessate nelle attività promozionali e propedeutiche alla penetrazione nel mercato turco. I settori coinvolti in questa prima fase sono: meccanica, oleodinamica, automotive, pneumatica, sub-fornitura meccanica e automotive equipment. Perchè la Turchia? Nell’ambito del programma BRICST della Regione Emilia-Romagna la Turchia è stata eletta come paese focus e partner privilegiato col quale intessere relazioni imprenditoriali; rappresenta, infatti, un territorio di estremo interesse sia per la sua posizione geografica, confine strategico tra Europa e Oriente, sia per il potenziale di sviluppo del settore meccanico. La Turchia è un mercato incredibilmente dinamico: si tratta della sedicesima economia del mondo e la sesta in Europa. La Turchia non è attualmente Stato membro dell’Unione Europea, tuttavia riveste un ruolo di grande rilievo per l’UE attraverso una fitta rete di rapporti con la stessa, con considerevole attenzione per le PMI.Tra le iniziative in programma sono previste: due missioni imprenditoriali in Turchia, una a Istambul con le aziende del settore automotive dal 25 al 29 marzo e l’altra tra maggio e giugno, formazione ad hoc per le imprese interessate a partecipare al progetto, workshop tematici, partecipazione alla fiera Automechanika Istanbul (aprile 2013).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet