IL 2012 DI OMNIA RELATIONS: È QUI LA FESTA?


BOLOGNA 27 APRILE Sessanta, 90 e perché no, anche 2017. Omnia Relations dà i numeri, entrando nel vivo di un 2012 che, già dai primi mesi, si è rivelato un anno importante. Si parte oggi da Trento, con il via ufficiale della 60esima edizione del TrentoFilmfestival, la più antica rassegna di cinema dedicato alla montagna, che quest’anno spegne sessanta candeline fatte di pellicole, libri e grandi protagonisti delle vette. La kermesse trentina, per la quale Omnia Relations segue la comunicazione dal 2010, è pronta a regalare tante emozioni agli appassionati che da oggi invaderanno Trento, alla scoperta dei più “alti” angoli della terra.Sempre in tema di ricorrenze, Omnia Relations si fa portavoce speciale anche di un altro compleanno illustre, quello del comune di Riccione che, il prossimo 19 ottobre, compirà ben novant’anni. Per festeggiare questo traguardo, la località romagnola ha deciso di creare il macro-contenitore di eventi, Riccione 90, presentato ufficialmente in conferenza stampa il 19 aprile a Milano, nei giorni del Salone del Mobile. Un susseguirsi di appuntamenti e iniziative che, a partire dal mese di gennaio, hanno accompagnato e accompagneranno residenti e turisti durante tutti i weekend fino a dicembre. E ferve già l’attesa per l’inizio della stagione estiva che, grazie alla speciale ricorrenza, si preannuncia ancora più ricca del solito. Per rimanere sulla riviera romagnola, dal 10 al 13 maggio, Omnia Relations si sposterà a Rimini Wellness, la fiera del fitness e del benessere in programma a Rimini Fiera, dove protagonista sarà, tra gli altri, anche il Tor des Géants®, l’endurance trail più duro al mondo, atteso in Valle d’Aosta dal 9 al 16 settembre. L’11 maggio, durante la conferenza stampa in fiera, sarà ufficialmente presentata l’edizione 2012 della competizione, che dopo tre anni è già diventata un appuntamento fisso nei calendari dei trailer più appassionati. Sabato 12 invece, spazio al motivational coach Pietro Trabucchi, che spiegherà quanto l’impegno e la volontà siano fondamentali per affrontare la sfida Tor des Géants®, presentando il suo ultimo libro Perserverare è umano (Ed. Corbaccio). Per finire, i più curiosi potranno testare la loro resistenza grazie alla simulazione della corsa, tramite tapis roulant Tacnogym e schermi a modalità immersiva, che daranno l’impressione di essere catapultati nel magnifico scenario delle Alte Vie della Valle d’Aosta. Montagne e sport: un connubio che Omnia Relations conosce bene e Cortina d’Ampezzo – prima, in ordine di tempo, tra le località turistiche a essere seguita dall’agenzia (2008) – rappresenta al meglio. Non a caso la Regina delle Dolomiti quest’anno è candidata ai Mondiali di sci alpino del 2017. Un progetto che ha investito l’intera cittadinanza, che da settembre sta lavorando in sinergia con la speranza di raggiungere questo importante traguardo. Nell’attesa del verdetto, Cortina non è rimasta, infatti, a guardare: ha fondato un Comitato promotore di cui i giovani sono grandi protagonisti, ha ideato una rivista mensile e pianificato la sua presenza sul web anche grazie all’iniziativa di social-marketing I vote for Cortina 2017. Il tutto, all’insegna della coesione e del lavoro di squadra. Omnia Relations, ha accompagnato e dato voce agli intensi mesi di iniziative che portano dritte in Corea dove, a fine maggio, sarà eletta la località designata a ospitare questo attesissimo evento internazionale.A proposito di montagna, l’ultima arrivata in casa Omnia è stata Courmayeur, la località valdostana ai piedi del Monte Bianco, perla dalle molteplici anime, tutte da raccontare. Omnia Relations ha seguito l’intera comunicazione della stagione invernale: una cavalcata fatta di sport e alpinismo, segnata da grandi appuntamenti come il Freeride World Tour, la 20esima edizione dei Piolets d’Or, gli Oscar dell’alpinismo mondiale, e la quarta edizione di Click on the Mountain, il contest fotografico più freestyle d’Italia.Protagonisti del turismo italiano che hanno trovato, grazie a Omnia Relations, modo di comunicarsi, ma anche di conoscersi reciprocamente e scoprire le proprie affinità. Alcune più naturali, collegate tramite il sottile fil rouge delle montagne. Altre più creative, ma altrettanto efficaci: basti pensare alla trasferta di febbraio di alcuni maestri di sci ampezzani, sbarcati sulle spiagge di Riccione, eccezionalmente innevate, per tenere scenografiche lezioni di fondo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet