BUON ANDAMENTO PER IGD NEL PRIMO SEMESTRE 2011


BOLOGNA 26 AGOSTO-Igd ha chiuso il primo semestre con un utile netto pari a 30,2 mln euro (+115,2% a/a).I ricavi relativi alla gestione caratteristica del risparmio, si legge in una nota, ammontano a 60 mln (+6,8% a/a). In particolare i ricavi da attivita’ locativi sono aumentati del 6,5%, mentre i ricavi da servizi sono risultati in aumento del 12,7%. I ricavi gestionali complessivi del gruppo si attestano a 61,7 mln (+9,9% a/a). L’Ebitda della gestione caratteristica e’ di 463,6 mln (+9,1% a/a), mentre l’Ebitda Margin della gestione caratteristica si attesta al 72,7% (71,2% al 30 giugno 2010). L’Ebitda totale ammonta a 44 mln (+10,3% a/a). I costi diretti della gestione caratteristica sono pari a 11,8 mln (+4,9% a/a) e hanno un’incidenza sui ricavi della gestione caratteristica pari al 19,6%. Le spese generali della gestione caratteristica sono invece pari a 4,6 milioni di euro, in flessione del 7,5% e hanno un’incidenza del 7,6% sui ricavi gestionali, in miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’Ebit e’ di 56,2 mln (+73,8% a/a). L’utile ante imposte registra un incremento del 127,3% rispetto al risultato ante imposte al 30 giugno 2010, passando da 15,5 milioni di euro al 30 giugno 2010 ai 35,3 milioni di euro al 30 giugno 2011. Il carico fiscale, corrente e differito, del gruppo e’ pari a 5 mln con un’incidenza sul risultato prima delle imposte pari al 14,4%, in crescita rispetto all’incidenza pari al 9,80% dell’analogo periodo dell’esercizio precedente. Il Funds From Operations e’ di 22,8 mln (+3,7% a/a).L’indebitamento Finanziario netto e’ pari a 1,073 miliardi di euro, rispetto al 31 dicembre 2010, quando era pari a 1,017 miliardi di euro. Il gearing ratio si attesta a 1,37 rispetto ad un valore pari a 1,31 al 31 dicembre 2010. Il patrimonio immobiliare ha raggiunto un valore di mercato pari a 1.893,66 milioni (1.803,98 mln al 30 dicembre 2010).”I risultati conseguiti nel corso del primo semestre 2011″, spiega Claudio Albertini, a.d. di Igd, “provano, ancora una volta, la validita’ delle strategie adottate per raggiungere gli obiettivi economico-finanziari e la capacita’ dei nostri contratti di affitto di generare flussi di ricavo stabili e visibili nel tempo. La qualita’ e redditivita’ del nostro patrimonio immobiliare e’ del resto confermata dalle stesse valutazioni al 30 giugno dei periti indipendenti, per la prima volta positive negli ultimi tre anni. In un contesto esterno di grande incertezza e volatilita’ Igd puo’ contare su una struttura di asset solida e su un modello di ricavi che alimenta e garantisce una sostenuta generazione di cassa. Per questa ragione possiamo guardare con la tranquillita’ di sempre ai nostri impegni per il futuro, tanto in termini di realizzazione della nostra pipeline di investimenti, quanto di attraente remunerazione per gli azionisti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet