A IMOLA Convegno Nazionale dell’Accademia Italiana della Cucina Delegazioni dell’Emilia Romagna


IMOLA 25 FEBBRAIO Domani a Imola all’Hotel Molino Rosso (dalle 9,30) I festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia vedono anche l’Accademia Italiana della Cucina impegnata a onorare l’anniversario promuovendo incontri, dibattiti, convegni. La Segreteria del Programma per le Celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, organo dipendente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha autorizzato l’Accademia Italiana della Cucina a utilizzare il logo ufficiale delle manifestazioni nazionali in programma per l’anno in corso. E’ un riconoscimento che fa onore all’Accademia e al suo costante impegno per favorire studi e ricerche sul valore culturale e sociale della cucina, in difesa delle tradizioni gastronomiche e per la promozione dei nostri prodotti agroalimentari di qualità in Italia e all’Estero. In questo contesto, le 24 Delegazioni dell’Emilia e della Romagna, con il supporto dei Centri studi Territoriali, hanno organizzato nella giornata di domani ad Imola (nella sede dell’Hotel Molino Rosso) un importante convegno dal titolo “Quale formazione per una cucina di qualita’?”. Il Convegno si svolgerà sottoforma di tavola rotonda, moderata e coordinata da giornalisti qualificati e vedrà riuniti dirigenti del sistema formativo nazionale e maestri di cucina di fama internazionale tra cui Gualtiero Marchesi – rettore “Alma” La Scuola Internazionale di Cucina Italiana.Le conclusioni saranno affidate al professor Giovanni Ballarini, presidente nazionale dell’Accademia Italiana della Cucina. Alle 13 seguirà la conviviale accademica. Gli argomenti sviluppati all’interno della tavola rotonda verteranno sugli orizzonti futuri dell’insegnamento, analizzati sotto un punto di vista critico e di osservazione, tenendo conto sia delle attuali capacità tecnico/organizzative delle scuole professionali, incluse Università in quanto probabile soggetto formativo futuro, che delle esigenze mutevoli della ristorazione, a fronte di richieste sempre più attente e competenti del servizio offerto. Si prevederanno interventi fra tutti i relatori, con possibilità di repliche, critiche e osservazioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet