INTESA SANPAOLO DIFFONDE IL SECONDO OSSERVATORIO SULLE RETI D’IMPRESA


BOLOGNA 24 SETTEMBRE La Lombardia è la regione italiana con più imprese in rete (507). Al secondo posto c’è la Toscana (405), Emilia Romagna e Veneto sono rispettivamente al terzo e quarto posto (circa 230).Le imprese manifatturiere in rete risultano più competitive: sono le più presentiall’estero con attività di export (45% vs. 25,2% dei competitor non in rete) epartecipazioni estere (9,7% vs. 3,9%) ed hanno una maggiore propensione abrevettare (14,8% vs. 5,3%).Sinergie, efficienza produttiva, promozione, distribuzione e innovazione sono iprincipali obiettivi delle reti. Per realizzarli le aziende investono in innovazione,promozione, marketing e potenziamento della struttura commerciale.Tre imprese su quattro dichiarano di poter raggiungere gli obiettivi di rete. Gli effetti sulla redditività sono positivi in un caso su due. La presenza nella rete diun’impresa capofila (un terzo dei casi circa) ne rafforza l’efficacia.Il Gruppo Intesa Sanpaolo sintetizza così il secondo Osservatorio IntesaSanpaolo-Mediocredito Italiano sulle Reti d’Impresa. Lo studio analizza la realtà delle reti al 30 giugno 2012, con 2.323 imprese coinvolte in contratti di rete. L’Osservatorio presenta inoltre i risultati di un’indagine effettuata da Intesa Sanpaolo tra metà aprile e giugno 2012 presso aziende clienti, che ha approfondito in maniera specifica gli effetti dei contratti di rete sulposizionamento competitivo e le performance delle imprese.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet