Coop Costruzioni: il Cda accoglie le dimissioni di Adriano Turrini e nomina presidente Luigi Passuti. Marco Orlandini confermato vicepresidente e direttore.


BOLOGNA 24 OTTOBRE IL CdA di Coop Costruzioni ha preso atto delle dimissioni da presidente di Adriano Turrini, passato da giugno alla guida di Coop Adriatica.Su proposta dello stesso Turrini, il Cda ha eletto presidente della cooperativa Luigi Passuti, 51 anni, in Coop Costruzioni dal 1979, direttore amministrativo e finanziario dal 2003. Marco Orlandini, 56 anni, in Coop Costruzioni da 25 anni, è stato confermato nella carica di vicepresidente e di direttore con i poteri di gestione operativa dell’intera azienda. Scelte interne, dunque, in sintonia con la storia e l’identità di una impresa che si fonda sul lavoro e i cui soci sono i lavoratori.«Fin dalle origini, 77 anni fa, la cooperativa si identifica strettamente con il lavoro – ha ricordato Passuti –. Una caratteristica che ci ha portato ad attraversare periodi difficili come questo senza restringere il numero degli occupati. Anche il 2011, che si chiuderà senza crescita nei ricavi, confermerà una redditività modesta, ma di segno positivo. Coop Costruzioni si conferma come l’impresa di costruzioni più grande di Bologna e tra le prime 25 a livello nazionale nonostante le difficoltà generate dalla crisi che investe il settore delle costruzioni, dalle problematiche legate al Patto di Stabilità, alla stretta creditizia e alla contrazione degli appalti pubblici e privati». 80 milioni di euro di patrimonio netto, 200 milioni di euro di ricavi annui, 450 dipendenti diretti e oltre 200 impiegati in società partecipate, rappresentano la forza di una cooperativa che sta gestendo con euqilibrio una fase delicata, caratterizzata, ormai da un triennio, da un mercato in fortissima contrazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet