Unipol, ok condizionato Consob a esenzione Opa Premafin-Fonsai


bologna 23 maggio Unipol ha reso note ieri le decisioni della Consob in relazione al progetto di integrazione a quattro con Premafin, Fondiaria-Sai e Milano Assicurazioni, chiarendo che la compagnia bolognese è esentata dall’obbligo di Opa sia su Premafin che su Fonsai a determinate condizioni. La Commissione non ritiene invece possibile, al momento, pronunciarsi sull’obbligo di Opa sulla Milano. Oggi ci sarebbe anche il parere finale Isvap.Nella nota, Unipol afferma che “formulerà le proprie valutazioni ed assumerà eventuali opportune deliberazioni una volta rese note le considerazioni della Commissione sottostanti alla comunicazione ricevuta in data odierna”.In particolare l’esenzione dell’obbligo di Opa su Fonsai appare applicabile sia in relazione all’acquisto del controllo indiretto di Fonsai conseguente alla sottoscrizione dell’aumento di capitale di Premafin riservato a Unipol sia a seguito della prevista fusione di Fonsai con Unipol e Milano Assicurazioni “a condizione che l’Isvap, in sede di autorizzazione della fusione, la ritenga parte integrante del soddisfacimento delle richieste da essa formulate”.Per quanto riguarda l’esenzione dell’obbligo di Opa su Premafin, questa si applica secondo la Commissione a condizione che “vengano revocati i benefici concessi da Unipol a favore di azionisti della stessa Premafin con impegni finalizzati a tenere indenni gli stessi dai rischi di responsabilità sociale assunti in conseguenza delle cariche ricoperte nel gruppo Premafin”. “Inoltre”, prosegue la nota “la Commissione si riserva di ritenere non applicabile l’esenzione qualora gli attuali azionisti di riferimento di Premafin esercitino il diritto di recesso in dipendenza della fusione di Premafin in Fonsai”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet