Unipol: Cimbri, se prosegue trend presto arrivera’ cedola


bologna 23 maggio “Se il trend di inizio anno proseguira’ gli azionisti torneranno presto a ricevere il dividendo, come del resto e’ giusto che sia”.Lo ha affermato Carlo Cimbri, a.d. di Unipol, in un’intervista rilasciata a Milano Finanza, aggiungendo che “l’andamento positivo del primo trimestre, che ha chiuso in utile per 33 milioni, e’ proseguito ad aprile, sia sul ramo danni sia su quello vita. Un trend che si e’ rivelato migliore delle nostre attese”. Ad aprile “c’e’ stata un’accelerazione grazie alla raccolta di una nuova index linked a capitale garantito che, sempre a perimetro invariato, senza Arca e senza Bnl Vita, ha evidenziato una crescita della raccolta del 5%. In linea con le attese del piano grazie anche alla tenuta del settore finanza”.Per quanto riguarda le attivita’ legate a Unipol banca, Cimbri spiega che “in effetti se si guarda al trimestre quello bancario e’ il segmento che ha marciato piu’ lentamente degli altri. Stiamo focalizzando l’attivita’ sullo small business rivolgendoci alle imprese che hanno un fatturato al di sotto dei 2,5 milioni. Dobbiamo riconvertire l’istituto e smontare vecchi stock, e’ un’attivita’ che richiede tempo. Ma la banca ha chiuso il trimestre in utile per 1,8 milioni, meglio dello stesso periodo dello scorso anno, che aveva chiuso con un risultato di 1,1 milioni”.Infine sulla questione dell’aumento di capitale, l’a.d. afferma che “per ora non c’e’ nulla in programma perche’ il core tier 1 della banca resta al 6,4%. In ogni caso se ci fosse bisogno di un rafforzamento si tratterebbe solo di un’operazione infragruppo visto che la banca e’ controllata interamente e si potrebbe fare ricorso agli 800 milioni di eccesso di capitale di cui dispone la compagnia, senza chiedere assolutamente nuove risorse al mercato”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet