Auto: Michetti, organizzato 37° Motor Show 2012 malgrado crisi


BOLOGNA 22 NOVEMBRE "Bisogna partire con un’affermazione poco originale: e’ cambiato il mondo. In cinque anni in Italia siamo passati da quasi 2,5 milioni di vetture immatricolate del 2007 alle, forse, 1,4 del 2012: 44% in meno che ci fa tornare allo stesso livello di immatricolazioni della fine degli anni ’70. Proprio alla fine di quel decennio, nel 1976, nasceva il Motor Show che occupava solo una piccola parte del quartiere fieristico: nel 2007 tocca il massimo dell’estensione del quartiere, ed oggi torna come il mercato ad un livello di occupazione inferiore. Il 2012, usando un pallido eufemismo, non e’ stato un anno semplice per il settore automobilistico, che probabilmente ha toccato il punto piu’ profondo della crisi e dai sondaggi il 2013 non sara’ ancora l’anno della ripresa. Di conseguenza l’organizzazione del Motor Show, unico Salone Italiano dell’Automobile inserito nel calendario Oica, si e’ rivelata ancora piu’ complessa".Lo ha affermato Giada Michetti, amministratore delegato di GL events Italia, societa’ organizzatrice del Motor Show di Bologna, per inquadrare la manifestazione nel difficile contesto del mercato automobilistico. "Comporre il puzzle – ha affermato Michetti nel corso della presentazione della manifestazione – e’ stato certamente piu’ faticoso ma anche quest’anno siamo riusciti a vincere la nostra sfida: il Motor Show c’e’, abbiamo investito molto ma abbiamo battuto la crisi economica globale, la demotorizzazione che e’ in atto in Italia, abbiamo vinto contro chi non ci credeva e contro tutti coloro che vorrebbero organizzarlo. Noi che da piu’ di vent’anni lavoriamo per realizzare il Motor Show sappiamo che negli ultimi cinque anni abbiamo reagito a questa crisi con competenza, competitivita’, visione e soprattutto con molto orgoglio: siamo pero’ consapevoli che non e’ piu’ possibile organizzare un Motor Show se negli ultimi venti giorni si perde la presenza di tre case automobilistiche con cui abbiamo iniziato a lavorare a gennaio, fino al momento della messa in pianta".L’edizione numero 37 del Motor Show è in programma a BolognaFiere dal 5 al 9 dicembre prossimi con il 4 dicembre riservato a stampa e operatori.Simona Sandrini, Automotive Events Manager di GL events Italia, e’ entrata nel dettaglio dei contenuti dell’edizione numero 37 del Motor Show di Bologna: "Abbiamo cercato di fare un Motor Show intelligente e per quanto possibile, paradossalmente, un Motor Show a chilometri zero. Perche’ il mondo cambia ma l’emozione di un evento live resta: piu’ di un post su Facebook, un tweet su Twitter o una foto sull’iPhone. Crediamo ancora e fortemente in un Motor Show emozionale ed emozionante. Saranno attive tutte le aree esterne e i padiglioni 25, 26, 29, 31, 32, 35 e 36"."Le undici fuoriclasse in campo per la squadra 2012 del Bologna Motor Show – ha proseguito Sandrini – saranno: Abarth, Dacia, Fiat, Mercedes-Benz, Nissan, Opel, Renault, Seat, Skoda, smart e Volkswagen. Tante le anteprime, come quella europea di Maggiolino cabriolet per Volkswagen e diverse novita’ per il mercato italiano: Fiat Panda 4×4, Mercedes B 200 Natural Gas Drive e il concept classe B electric drive di Mercedes, Juke Nismo ed e-NV200 per Nissan, Adam e Mokka per Opel, Renault Clio Break, la nuova Seat Leon, smart forstars e smart Brabus ebike, la nuova Skoda Rapid, e ancora per Volkswagen Golf 7 GTI concept, Golf 7 BlueMotion concept e Maggiolino Fender edition. Sulle aree esterne da registrare le presenze di Abarth, Aci, Dacia, Federazione Italiana Fuoristrada, Fiat, Nissan, Renault, Seat, Skoda. Non mancheranno le iniziative speciali su tre focus tematici: Electric City, il padiglione green dedicato alla mobilita’ giunto alla sua terza candelina, Icon Cars, area dedicata alle vintage cars con un percorso sulla storia dell’automobile, non solo italiana, e Luxury Time, che da’ spazio al lusso, ai top brands e alle auto da sogno".Sulla MotorSport Arena dal 5 al 7 dicembre saranno ospitati show e competizioni e, nella giornata del 7 dicembre, la Ferrari che diventera’ protagonista assoluta del circuito con il pit stop della Squadra Corse Ferrari, mentre sabato 8 e domenica 9, grazie ad una partnership con Red Bull, saranno dedicati al Red Bull Speed Day.L’obiettivo dell’a.d si e’ poi spostato sull’edizione 2012 della manifestazione: "Il Motor Show 2012 non sara’ come quello del 2009, che si e’ tenuto senza la presenza delle Case automobilistiche. Infatti i piu’ importanti costruttori saranno presenti, perche’ hanno un prodotto nuovo in lancio, ed e’ questa la vera differenza tra il 2009 ed oggi: chi ha un prodotto in lancio per il mercato italiano viene al Motor Show per accompagnarne la commercializzazione. Il pubblico del Motor Show e’ l’X factor di questa manifestazione e apprezzera’ certamente questi inediti contenuti. Molti Saloni dell’auto quest’anno hanno aggiornato la durata della manifestazione, noi inclusi, oltre che per il difficile contesto economico anche per un calendario particolarmente sfavorevole che vede due soli weekend comprese le giornate festive del 7 e 8 dicembre"."Nel promuovere l’edizione 2012 del Motor Show ci siamo soffermati nel ricordare in particolar modo le popolazioni colpite dal terremoto dello scorso maggio in Emilia, Lombardia e Veneto, che potranno usufruire di un biglietto ridotto a 10 euro. Nel silenzio di tanti attori politici ed operatori economici abbiamo creduto che il rumore del Motor Show potesse dare entusiasmo, passione ma anche un po’ di gettito fiscale allo stato, piu’ traffico nelle concessionarie e quindi una spinta all’economia del Paese e, ci auguriamo, molto divertimento ai nostri visitatori", ha concluso Michetti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet