bo 2176/2012 conad-bilancio 2011 Gli italiani al bivio Meno consumi, ma non si rinuncia alla qualità


bologna 21 giugno La crisi ha rimesso in discussione il tradizionale rapporto tra banca e impresa. Ne ha parlato Vittorio Ogliengo, capo dell’investement banking Italia di Unicredit, nel corso di Italiani al Bivio, la tavola rotonda organizzata da Conad nell’ambito dell’assemblea di bilancio 2011. Secondo Ogliengo . , ha detto il dirigente di Unicredit. Con la crisi e la stretta creditizia la situazione sta cambiando. Le banche, dopo l’intervento della Bce che ha immesso liquidità, hanno denaro da prestare. . La tavola rotonda Italiani al Bivio è stata aperta da una analisi del direttore generale del Censis Alfredo Roma che ha analizzato i cambiamenti nei consumi degli italiani. Si consuma meno, con una sempre maggiore attenzione al prezzo, ma senza rinunciare alla qualità. Prezzo e qualità sono il binomio scelto da Conad per andare incontro alle esigenze degli italiani, in una situazione di difficoltà economica che porta i consumatori a modificare il proprio stile di consumo. Il direttore generale di Conad Francesco Pugliese, osservando l’andamento dei consumi nei supermercati Conad, ha parlato di un popolo che si sta re-ingegnando per continuare a mantenere un buon livello di consumi senza rinunciare alla qualità. Pugliese ha fatto un esempio concreto di vendita di prodotto di qualità ad un prezzo accessibile. , ha concluso Pugliese. I lavori della tavola rotonda sono stati aperti dal presidente dell’Ancd Camillo De Berardinis che ha sottolineato la situazione difficile che sta vivendo il Paese dal punto di vista economico. .

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet