UNIONCAMMEREE EREGIONE E/R MISSIONE IN INDIA


BOLOGNA 21 SETTEMBRE Fornire le “chiavi giuste” per fare business in India, mercato che attraversa una fase di prolungata crescita economica (PIL +9% previsto nel 2011), ed oramai divenuto strategico per l’export italiano, soprattutto per alcuni settori sostenuti da importanti investimenti diretti esteri e da ingenti finanziamenti del Governo. E’ obiettivo del “Progetto India”, promosso da Unioncamere Emilia-Romagna, sistema camerale regionale e Regione Emilia-Romagna (che cofinanzia al 50% le attività con risorse del Programma Pluriennale BRICST), in collaborazione con la Camera di Commercio Indo-Italiana.L’obiettivo del progetto è di favorire la creazione di stabili rapporti commerciali e durature partnership produttive tra le imprese emiliano-romagnole e le controparti indiane.L’iniziativa prevede una missione imprenditoriale dal 4 al 10 dicembre in India nelle città di Mumbai, Chandigarh e Delhi con incontri d’affari e visite aziendali secondo un’agenda personalizzata. I settori focus coinvolti nel progetto estremamente recettivi sul mercato indiano. Si tratta di tecnologie, materiali ed attrezzature per edilizia e infrastrutture; meccanica e tecnologie per: l’agroalimentare, per l’ambiente e le energie rinnovabili, meccanica strumentale. Sono previsti alcuni servizi a supporto delle imprese: ricerca partner indiani; organizzazione di incontri d’affari e visite aziendali (a disposizione autovettura con conducente e interprete) con agende personalizzate; report di fattibilità; “round table” settoriali; trasferimenti in navetta; assistenza di personale qualificato; programmazione incontri d’affari in Emilia-Romagna con buyer indiani marzo 2012. A carico delle aziende sono i costi di viaggio, vitto e alloggio in India.Il progetto sarà presentato in alcune Giornate Paese nelle Camere di commercio a: Forlì (3/10 h 14,30), Parma (4/10 h 15), Bologna (5/10 h 9,30), Ferrara (5/10 h 15), Rimini (6/10 h 9,30) e Reggio Emilia (7/10 h 9,30). Per partecipare, le imprese devono inviare entro il 24 settembre la manifestazione di interesse (scaricabile dal sito di Unioncamere Emilia-Romagna, www.ucer.camcom.it) e l’allegato company profile all’indirizzo e-mail internazionalizzazione@rer.camcom.it (per informazioni, tel. 051/6377041). Sarà possibile così fissare, nel corso delle “Giornate Paese”, un incontro individuale di preselezione con i consulenti della Indo-Italian Chamber of Commerce & Industry per ricevere maggiori dettagli sul mercato indiano e il programma della missione.In caso di riscontro positivo della ricerca partner, l’impresa potrà confermare formalmente la partecipazione alla missione entro il 24 ottobre 2011. Perché è stata scelta l’India? Per l’estremo dinamismo di questo Paese che è la seconda economia a più rapida crescita, la quarta in termini di potere d’acquisto. E’ diventata una sorta di obiettivo fisiologico nei percorsi di sviluppo delle imprese italiane che devono avere bene presente un approccio che tenga conto delle necessità di una conoscenza culturale approfondita in base alla quale definire una strategia imprenditoriale tale da avere successo. Importanti sono le prospettive legate, nel settore delle infrastrutture, al Piano di sviluppo governativo Indiano, da 1.000 miliardi di dollari, che mira ad ammodernare e potenziare il sistema viario, rete ferroviaria, sistema aeroportuale e logistico. Il comparto delle energie rinnovabili è supportato da ingentissimi fondi del “Ministero dell’Energia nuova e rinnovabile” e si pone l’obiettivo di produrre 20.000 MW di energia solare entro il 2022. Ulteriori opportunità emergono per lo smaltimento e riconversione dei rifiuti. L’ agroalimentare è in forte espansione grazie all’acquisizione di nuove tecnologie e macchinari per limitare gli sprechi lungo la catena logistica e del freddo.Tra gli obiettivi di progetto è prevista anche la sottoscrizione di un Memorandum of Understanding (MoU) a sostengo della cooperazione industriale e il trasferimento tecnologico a livello istituzionale tra Regione Emilia-Romagna e Regione del Punjab e a livello operativo tra Sistema camerale dell’Emilia-Romagna e PHD Chambers of Commerce and Industry. La cerimonia di sottoscrizione del Memorandum avverrà nella città di Chandigarh (Punjab) il 7 dicembre 2011, alla presenza delle imprese partecipanti, del Presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani e del Chief Minister of Punjab, Parkash Singh Badal.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet