Fondazione Aldini Valeriani VII Giornata dei Saperi Tecnici


bologan 21 maggio Domani presso l’Auditorium Biagi della Sala Borsa di Bologna, dalle ore 10.30, si svolge la “VII Giornata dei Saperi Tecnici” a conclusione dell’edizione 2012 del progetto Fare Impresa a Scuola realizzato dall’Area Scuola e Impresa della Fondazione Aldini Valeriani, all’interno del Programma Quadrifoglio con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna: saranno presentati i progetti realizzati nell’edizione 2012 dagli studenti di 5 Istituti Tecnici (IIS Francesco Alberghetti, IIS Aldini Valeriani-Sirani, Istituto Salesiano Beata Vergine di San Luca, IIS Belluzzi-Fioravanti e IIS Ettore Majorana). L’evento sarà anche occasione per la presentazione in anteprima dei progetti pensati dalle scuole per l’edizione 2013.Partecipano:Elisabetta D’Alessandro – Direttore Generale Fondazione Aldini Valeriani Marco Cammelli – Presidente Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna Francesca Bergamini – Dirigente Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro, Regione Emilia Romagna Giuseppe De Biasi – Assessore istruzione, formazione, lavoro – Provincia di Bologna Paola Lanzarini e Valentina Dall’Olio – Responsabilità Sociale e Sviluppo per G.D – COESIA GroupDaniele Vacchi –Responsabile Corporate Comunication – IMA SpaFare Impresa a Scuola: I progetti 2012L’attitudine all’impresa e la familiarità con il mondo dell’imprenditoria risultano talvolta argomenti lontani dalle esperienze dirette e ancor più da quelle didattiche degli studenti d’oggi. Operativamente, il progetto Fare Impresa a Scuola realizzato dall’Area Scuola e Impresa della Fondazione Aldini Valeriani all’interno del Programma Quadrifoglio, con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, prevede che gli studenti possano maturare una coscienza dell’impresa e del business che il conduca in autonomia ad individuare l’idea di un progetto tecnico e il suo successivo posizionamento sul mercato realizzandone anche il prototipo tecnico. Partito nel 2006 con un progetto pilota realizzato con gli Istituti Aldini Valeriani, Fare impresa a scuola ha prodotto ad oggi 26 diversi progetti d’impresa e 5 nuovi progetti sono in cantiere e si concluderanno nel dicembre 2013. In questi anni 502 studenti hanno partecipato attivamente insieme a 59 insegnanti e 42 aziende.Nel 2012 cinque scuole della provincia di Bologna hanno realizzato i loro progetti partendo come sempre dall’aver rilevato la necessità, o la mancanza, di un prodotto-servizio sul mercato nazionale. Così l’IIS Francesco Alberghetti di Imola (classe: Va L Elettronica e Telecomunicazioni) ha trovato una soluzione al problema dello spreco di risorse energetiche per il riscaldamento e l’illuminazione degli edifici scolastici, con il suo sistema “CONTROLLO dei CONSUMI ENERGETICI di un EDIFICIO PUBBLICO”, applicabile ai nuovi e vecchi edifici.ORO BLU dell’IIS Aldini-Valeriani-Sirani (classi: V Elettrotecnica, IV e V Chimica e Materiali) è invece un progetto basato sullo studio e la realizzazione di un impianto per il recupero delle acque piovane. Dal punto di vista tecnico e imprenditoriale il progetto prevede sia la realizzazione del prototipo di impianto per il recupero delle acque piovane negli edifici civili, sia la definizione della struttura , della attrezzatura e dei requisiti di un laboratorio di analisi chimiche collegato a un sistema di trattamento e recupero acque. Alla fine tutti gli edifici potranno essere tutti da… serie A! Analizzare e studiare le fonti energetiche rinnovabili hanno portato la classe 4 ITI Elettronica-Telecomunicazione dell’Istituto Salesiano Beata Vergine di San Luca alla realizzazione del progetto “LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI: DIGESTORE A BIOMASSE”. Le biomasse provengono da rifiuti organici prodotti in ambito familiare o da una piccola impresa. Il processo organico di produzione del biogas viene accelerato attraverso il riscaldamento della massa di rifiuti organici e la sua omogeneizzazione attraverso elementi rotanti. Smaltire autonomo dei rifiuti porta a un minor impatto ambientale!La “Belluzzi Gooble Bike”, ideata dalle classi 3BI, 5AI, 5BI Informatica dell’IIS BELLUZZI-FIORAVANTI e basata su una struttura di tipo “Home Trainer”, cioè un telaio che ospita una bicicletta completa, consente di simulare la pedalata in salita mediante un freno elettromagnetico. La Gooble bike è stata pensata per facilitare e potenziare l’attività fisica e sportiva determinante al fine di migliorare il benessere psicofisico dell’individuo, ridurre lo stress e favorire l’equilibrio rendendo più gradevole ed interessante l’attività.L’idea progettuale della classe dell’IIS Majorana si discosta dalle tematiche ambientali per focalizzarsi sulla realizzazione di un sistema automatico di riconoscimento/smistamento di pezzi meccanici sulla base delle loro caratteristiche fisiche di colore e di forma. Con Recognition and Automatic Sorting forniscono una consulenza qualificata per la realizzazione di macchine automatiche per la manipolazione di oggetti di medie dimensioni, affiancando gli uffici tecnici e di produzione di PMI.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet