i bilanci del gruppo poligrafici ed , printing e monrif


bologna 21 marzo Monrif ha chiuso il 2012 con una perdita netta di 8,9 mln euro (-5 mln nel 2011).I ricavi consolidati, precisa una nota, calano a 223,8 mln (248 mln nel 2011) e il margine operativo lordo a 7,9 mln (13,5 mln al 31 dicembre 2011).L’indebitamento finanziario netto sale a 156,3 mln, contro i 148,9 mln al 31 dicembre 2011.L’incertezza sulle prospettive di crescita del Pil nazionale, la contrazione generalizzata dei consumi e le persistenti tensioni sui mercati finanziari fanno prevedere che le stesse dinamiche negative rilevate nel 2012 siano destinate a perdurare nel breve periodo, in particolare, per quanto concerne la raccolta pubblicitaria che nel primo bimestre del 2013 presenta le stesse dinamiche registrate nell’ultimo trimestre del 2012.In tale contesto, Monrif ha predisposto interventi di miglioramento gestionale, in particolare sul costo del lavoro e nell’area industriale, come gia’ precedentemente descritto, oltre ad azioni di sviluppo dell’area digitale con la valorizzazione dei contenuti editoriali attraverso tutte le piattaforme multimediali disponibili sul mercato.Anche se gli effetti degli interventi realizzati e di quelli in corso di attuazione dovessero mitigare l’impatto negativo di quanto precedentemente esposto, il gruppo ritiene che l’estrema volatilita’ del mercato pubblicitario renda molto difficile fare previsioni.Poligrafici Printing ha chiuso il 2012 con una perdita pari a 0,584 mln euro, in miglioramento rispetto alla perdita di 1,059 mln registrata nel 2011.I ricavi consolidati, spiega una nota, si attestano a 60,852 mln (-5,4% a/a), i costi operativi sono di 39,534 mln (-6,9% a/a), gli ammortamenti sono pari a 6,645 mln (7,136 mln in 2011). La gestione finanziaria netta e’ negativa per 0,781 mln (-0,759 mln nel 2011) e comprende l’effetto per 156 migliaia di euro derivante dalla valutazione al fair value di due contratti di copertura tassi su leasing conclusi nel 2012 dalla controllata Grafica Editoriale Printing. Il margine operativo lordo e’ positivo per 6,914 mln sostanzialmente in linea rispetto ai 6,853 mln dell’esercizio precedente. Il risultato operativo e’ positivo per 0,269 mln con un miglioramento di 526 migliaia euro rispetto allo scorso esercizio.L’indebitamento finanziario netto del Gruppo passa da 25,033 mln euro al 31 dicembre 2011 a 33,091 mln al 31 dicembre 2012, principalmente per gli investimenti in impianti e macchinari e per i dividendi corrisposti.Il Cda proporra’ all’assemblea dei soci, convocata per il 29 aprile, di distribuire un dividendo unitario pari a 0,02 euro per azione che verra’ messo in pagamento il 30 maggio.Poligrafici Editoriale ha chiuso l’esercizio 2012 con una perdita netta per 4,2 mln euro, contro gli 0,4 mln riportati nel 2011.I ricavi, informa una nota, si attestano a 199,3 mln (-9,4% a/a), l’Ebitda a 7,9 mln (21,4 mln in 2011) e l’Ebit a -3,6 mln (8,9 mln in 2011). L’indebitamento finanziario netto, inoltre, passa a 85,4 mln, dagli 80,2 mln registrati al 31/12/2011.La Capogruppo, invece, ha riportato un fatturato di 162,2 mln (176,4 mln in 2011) e una perdita per 0,7 mln (-1,2 mln in 2011). Infine, la posizione finanziaria netta mostra un indebitamento di 54,3 mln (56,1 in 2011).Il gruppo, vista l’estrema volatilita’ del mercato pubblicitario, ritiene molto difficile fare previsioni sui risultati futuri. Il Cda di Poligrafici Editoriale ha poi convocato l’Assemblea ordinaria degli Azionisti per il giorno 29 aprile 2013 in unica convocazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet